Venni da te sicuro di essere accettato. E mi facesti capire quanto fossero povere le mie pretese di piacere ad una donna a cui è un onore piacere“.
Jane Austen – “Orgoglio e pregiudizio”

Credete che sia facile conquistare il cuore di una persona?
E se poi si tratta di una donna, le cose si complicano.
Esistono delle vie preferenziali, delle strategie, dei riti propiziatori per attirare la sua attenzione?
Basterà uno sguardo malizioso, languido, un ammiccamento fortuito oppure un’avance spudorata?
Niente di tutto ciò.
Il corteggiamento è un’arte antica.

Fondamentale è l’approccio, perché può condizionare i successivi sviluppi della relazione.
Allora bisogna scegliere il modo più giusto per essere certi di fare breccia del cuore da conquistare.

Il corteggiamento è anche attesa….

Un’attesa che si consuma tra la curiosità, il mistero e il desiderio dell’altro che viene continuamente alimentato con fantasie, speranze, illusioni.
Corteggiare significa anche mettere a nudo il proprio cuore, scoprirsi, cercare un gioco complice di emozioni e di sentimenti.

La donna poi, anche la più moderna e disinibita, è un’inguaribile romantica.

Resta comunque il fatto che, prima di consentire l’accesso al suo mondo interiore, di incamminarsi lungo le vie del suo cuore, è necessario che venga superato un ostacolo, come se si dovesse pagare una “sorta di ticket”: si deve simpatizzare con i suoi neuroni, entrare in sintonia con il suo cuore pulsante.

Sono cellule altamente sensibili che percepiscono le più piccole sfumature.

In queste connessioni sinaptiche prendono forma le storie d’amore.
Sono cerebrali le donne, nel senso che si lasciano contaminare dai semi dell’amore solo quando la mente ha già preparato il terreno, rendendolo fertile.

Detto in questi termini, sembra tutto davvero difficile. Le donne, invece, sono abituate a comportarsi con naturalezza, sono molto selettive, emotive, sanno prendere le misure alle cose.

In realtà è tutto molto semplice:
per conquistare una donna occorre che ci si riveli in tutta la più intima, segreta natura… essere semplicemente e sinceramente “nudi”.

Piera Messinese

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui