Fasciati dalla luce

140567

In una domenica pomeriggio di fine ottobre, ho avuto il piacere di presentare, presso la Chiesa di San Benedetto in Lamezia Terme, un interessante incontro sul mondo del carcere, partendo da un libro-saggio curato da Suor Nicoletta Vessoni.
Pur non mettendo in discussione alcuna la giustezza della pena che i detenuti devono scontare, il discorso si è soffermato sul fatto che i penitenziari sono posti in luoghi sempre più lontani dai centri abitati e i detenuti, di conseguenza, sono diventati un popolo di invisibili. Un grande contributo è rappresentato dal volontariato, come testimoniano Suor Nicoletta e Rossella Notarianni insieme ai canti e alle danze eseguiti dal Coro di Santa Maria della Roccella che ha anche dato voce ai detenuti con la lettura di alcune pagine da loro scritte.
Emozionanti e interessanti gli interventi di Daniela Magnone e di Giuseppe De Marco i quali hanno sottolineato, rispettivamente, il dramma delle famiglie e in particolare dei figli dei detenuti, e il problema del reinserimento dopo aver scontato la condanna.
Don Domenico Cicione Strangis, da padrone di casa, ha dato il benvenuto e il saluto prima che iniziasse la Conferenza, mentre Paolo Mascaro, Sindaco di Lamezia Terme, ha concluso la serata, apprezzando l’iniziativa e sottolineando quanto sia ingiusto il sistema della custodia cautelare.
Particolarmente interessante è l’apporto di Fede e Spiritualità portato all’interno del carcere, messo in evidenza da Suor Nicoletta Vessoni, “fasciati dalla luce”, il concetto chiave del libro e del senso dell’intera serata.

Tommaso Cozzitorto

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleDonne e danni in pieno Rinascimento
Next articleIohn Everett Millais (parte prima)
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here