E come un girasole guardo solo te…

0
141197

Ah, quant’è bella la Primavera.

L’inizio delle belle giornate, calde, soleggiate. La natura rinasce, si colora. Si respira un’aria nuova.

Di cosa parleremo oggi? Oggi, al centro del mio articolo, ci sarà il mio fiore preferito, il protagonista indiscusso tra i fiori:

il Girasole…

Qual è l’elemento che cattura la sua attenzione? Il colore giallo vivo, è talmente bello che sfido chiunque a non essersi perso per qualche minuto ad osservarlo in tutta la sua bellezza.

È una pianta erbacea che presenta un insieme di fiori a capolino. Il capolino è composto da due tipi di fiori: al centro i fiori del disco, alla periferia i fiori del raggio. I fiori del disco (marroni) possono essere chiusi (solitamente quelli al centro) o aperti (quelli più esterni). Possono essere isolati tirandoli via dalla base e si può notare che la forma è simile ad una tromba. Il corpo tubolare è la corolla, i cui petali sono messi insieme per la maggior parte della loro lunghezza, mentre all’estremità superiore si separano formando dei dentini. I fiori del raggio sono allungati, la corolla è formata da petali saldati fra di loro e formano una linguetta, ed è proprio questo che da all’interno del fiore l’aspetto di petalo.

Può raggiungere fino a 3 metri di altezza, ma ne esistono anche varietà più piccole. Ha foglie grandi e verdi, presentano un lungo picciolo, sono ruvide su entrambe le facce. Presenta una lunga radice a fittone dove sono inserite le radici laterali.

È un fiore versatile. I suoi semi vengono piantati tra marzo e aprile e si sviluppano in primavera. Può essere coltivato sia in un vaso che in campo. Si presta a diversi scopi: può essere utilizzato come ornamento floreale per la casa o in base alle varie occasioni in cui viene richiesto, ma è utilizzato anche nel campo alimentare, in quanto ricchi di nutrienti (utilizzati come snack, nell’impasto del pane o come condimento per l’insalata.

Il genere Helianthus comprende circa 100 specie differenti. Tra queste si distinguono quelle selvatiche e quelle coltivate.

Le prime vengono considerate piante pericolose per i raccolti. Le seconde si differenziano per l’altezza, la forma e il colore dei fiori.

Oltre a questa specie, esiste anche l’Helianthus Debilis, che ha corolle di medie dimensioni, con petali che vanno dal bianco avorio al nerastro, l’Helianthus hirsutus, che ha piccoli fiori gialli e può raggiungere i 2 metri di altezza, l’Helianthus grosseratus, il cui capolino è giallo e può raggiungere i 5 cm di diametro, l’Helianthus occidentalis, che ha proprietà antibiotiche, e infine, l’Helianthus mollis, che può raggiungere un’altezza massima di 1.20 m e ha fiori giallo scuro.

Ciò che da sempre sappiamo essere la sua caratteristica principale, e la più affascinante, è che il girasole si gira sempre nella stessa direzione del sole. Ciò dipende dal movimento dei suoi organi vegetali che tendono ad orientarsi verso di lui. Sembra di assistere ad una grande storia d’amore.

Sono due le leggende legate a questo fiore:

1. Un giorno, in un campo, nacque un fiore non di bell’aspetto. Chiunque lo guardasse pensava che fosse brutto e nessuno voleva stargli accanto. Stava sempre solo, sempre triste e passava le sue giornate ad ammirare il sole splendere. Era talmente innamorato del sole che per poterlo vedere meglio, più da vicino, il suo stelo iniziò ad allungarsi. Quando il sole cambiava posizione, egli lo seguiva con la sua corolla. Un giorno il sole, finalmente, sia accorse dell’esistenza del fiore e, vedendolo sempre solo, decise di farsi raccontare la sua storia. Colpito dalla sua storia il sole lo abbracciò e lo trasformò nel sole più alto e splendente del campo, dandogli come nome Girasole, come legame della sua amicizia.

2. Clizia era un giovane ninfa innamorata del dio del Sole. Apollo, lusingato, decise di sedurre la donna, ma successivamente la abbandonò. Clizia disperata pianse per 9 giorni ininterrottamente, ferma in un campo, senza mai distogliere gli occhi dal sole. Si disse che il suo corpo si irrigidì a tal punto da trasformarsi in stelo, i suoi piedi divennero radici ed i capelli divennero una corolla gialla. Si trasformò nel fiore più bello che guarda il suo sole tutto il giorno.

Il girasole esprime positività. Viene regalato al raggiungimento di un traguardo importante, che sia a livello professionale, personale, in occasione di una laurea o un matrimonio. Qualunque sia l’occasione sarà sempre nel posto giusto.

E a voi, questo fiore, piace?

Giulia Trio

Per leggere il mio articolo precedente clicca il link qui sotto:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here