Credevo in te (Parte 19a) di Grazia Bologna

118301

Per leggere la parte precedente clicca qui:

Credevo in te (Parte 18a) di Grazia Bologna

Per un attimo le loro labbra si sfiorano, sono sul punto di baciarsi, ma il rumore assordante di un campanello interrompe quell’attimo fuggente.

Un bimbo con la bici avanza da lontano, e come una saetta si interpone fra di loro dividendoli.

Forse il destino non ha voluto  fosse il giusto momento per incrociare le loro anime e, molto impacciati, rinsaviscono, si guardano negli occhi e scoppiano a ridere.

Cominciano a camminare lungo il viale del parco e, di tanto in tanto, si soffermano per osservare le bellezze  della natura.

Si odono gli uccellini cantare, lo stamazzo delle anatre che fanno il girotondo nella vasca, dove vanno ad abbeverarsi nell’acqua che scorre a schizzo, dalla fontana… Ed è un belvedere osservare le farfalle che  svolazzano da fiore in fiore rincorrendosi.

Per un attimo stanno in silenzio fino a quando vedono un chiosco, da lontano, e decidono di fare un aperitivo gustando, anche, un buon gelato.

A quel punto Jack le chiede se ha pensato alla sua proprosta di lavoarare per lui.

Ilaria con un sorriso un pò malizioso lo guarda fisso negli occchi, e senza nemmeno riflettere risponde di si.

Jack è talmente  gioioso che impulsivamenbte si getta su di lei e le dà un bacio a stampo.

La donna rimane stupita e imbarazzata, non sa cosa fare, ma Jack con molta nonchalance continua a prendere il gelato e parlarle dei progetti lavorativi che ha per lei.

<<Forse sta correndo un pò troppo!>> Pensa stupita Ilaria.

Non riesce a fidarsi totalmente di lui. Percepisce che le sfugge qualcosa, ma ancora non riesce a comprendere cosa.

Per un attimo si pente di essere stata troppo precipitosa a dargli quella risposta, ma oramai, il dado è tratto.

E’ già l’ora del pranzo e Luisella avvisa la madre che è già rientrata.

Jack ed Ilaria decidono di ritornare ripercorrendo nuovamente il viale, ma questa volta ridendo e scherzando, e qualora si trovano sotto il portone di casa, l’uomo sfacciatamente la bacia con irruenza, quasi soffocandola.

Ilaria ne rimane sconvolta! Non era, certo,  il bacio che aveva immaginato.

Presa dallo sconforto, senza dire una parola, alza i taccchi e  va via.

Quando rientra, la figlia  la vede strana; Ilaria la saluta in modo frettoloso  e va subito in camera a fare la doccia.

Il pranzo è servito!

Adesso Ilaria è più serena e, mentre pranzano, racconta alla figlia dell’accaduto…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna
Previous articleFamiglia all’improvviso-Istruzioni non incluse
Next articleGli Infedeli
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here