Competizione nel mondo del lavoro

226345

Oggi voglio toccare un argomento che sicuramente interesserà molti di voi: “La competizione nel mondo del lavoro”.

Ogni giorno, nel confrontarmi con svariate persone, mi rendo conto che è una piaga che perseguita molte donne, ma anche molti uomini che ambiscono a fare carriera.

A mio parere, le donne sono più competitive, perchè oltre ad essere più permalose, a volte soffrono di gelosie ed invidie ingiustificate, caratterizzate dall’aspetto fisico delle loro rivali, cosa che raramente avviene fra uomini. 

Ma ciò che accomuna tutti, è quel senso d’inferiorità che crea tensione e stress sul mondo del lavoro.

Rammento  due colleghe, una in particolare di cui avevo molta stima, la quale, a mia insaputa, fece dei pettegolezzi e lanciò falsità sulla mia persona da farmi licenziare. 

Per tempo, mi sono chiesta quale fosse stata la vera causa del mio licenziamento, e dopo mesi, grazie ad altre colleghe che presero le mie difese, venni a scoprire la verità, e mai avrei immaginato che quella dolce fanciulla, dall’aspetto angelico, avesse tramato alle mie spalle. 

Ma come dice un detto: “Il tempo è galantuomo e mette ognuno al proprio posto”.

Infatti venni richiamata sul posto di lavoro, ricevendo le dovute scuse da parte della mia dirigente, mentre la collega, per la vergogna, dovette andare via.

Sono situazioni che lasciano il segno e, anche se ebbi la mia rivincita, non dimenticherò mai  il periodo nero che dovetti affrontare, a causa della carenza di lavoro di quel periodo, che mi lasciò inerme per molto tempo.

Questa mia esperienza mi invoglia a lanciare un appello a tutte quelle persone che fingono false amicizie tra colleghi, mettendo a repentaglio intere famiglie, perchè sappiate che, a volte, il nucleo familiare dipende da una sola persona, e la perdita del posto di lavoro comporta svariati disagi che possono compromettere anche l’equilibrio mentale del soggetto, da indurlo al suicidio, e di questi casi, purtoppo, ne abbiamo sentito parlare spesso, sui mass media.

Come comportarsi quando abbiamo la sensazione che qualcuno influenza in modo negativo l’ambiente del lavoro?

Bisogna mostrare molta calma, cercare il dialogo, e se è opportuno coinvolgere tutto il team dei colleghi, per affrontare l’argomento al capo, in una riunione.

In questi casi, credo che la comunicazione sia la soluzione migliore.

Grazia Bologna

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Semplicemente Giulia (Parte 8a)

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here