Certi amori…

198458

Tra un uomo e una donna si vengono a creare quei rapporti amorosi che, a dire il vero, credo sia pure improprio definire tali.

Non si parla di amore, ma non è neppure amicizia.

È attrazione, ma non è sesso.

Perché in questo triste gioco, è vero che sono in due a portare a spasso i sentimenti… ma, di fatto, si tratta di un legame apparente.

Ciascuno rimane confinato nel proprio universo, chi per scelta, chi perché si trova costretto a subire la scelta.

Fra i due c’è chi si trova a proprio agio, non sa affatto concedersi e accogliere, vorrebbe osare, ma non sapendo cosa, come e quanto potrebbe prendere e dare, si tira indietro. Però tiene il filo teso, perché nell’incertezza è preferibile scegliere la strada più comoda.

Si mette un po’ di cuore, quanto basta per fare sentire l’altro legato senza che di fatto esista un legame.

L’altro, invece, saprebbe come vivere questo rapporto perché ci ha messo tutto il cuore, senza parsimonia.

Ma si trova nella solitudine del suo mondo, abbandonato, senza essere stato mai legato e mai lasciato andare al suo destino.

E allora, accade che, non essendo più pronto al dialogo, rimane il silenzio che, inizialmente forzato, successivamente, invece, risulta del tutto naturale.

Si continua a soffrire.

Ma il cuore non muore, respira ed ama.

Nonostante sia solo, separato, vincolato ad un non legame…

Qual è il finale della storia?

Erano in due… ma l’uno ha saputo sopravvivere, l’altro, invece, è, oramai morto dentro.

Eppure, non ha ancora scoperto che quella prigionia sarà la sua liberazione.

Piera Messinese

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

https://screpmagazine.com/benvenuti-a-scuola/

Previous article“Occhi ri Trinacria” di Maria Cristina Adragna
Next articleChiromanzia
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here