Calabria Straordinaria

203507

Calabria Straordinaria, è on line Speciale ArteContemporanea, che conclude la serie di focus video 48 orerealizzata da Lonely Planet.

Eonline Speciale Arte Contemporanea, che conclude la serie di focus video 48 ore in Calabria, realizzata da Lonely Planet Italia e promossa dalla Fondazione Calabria Film Commission, nell’ambito del Progetto Calabria Straordinaria” – Assessorato al Turismo e Marketing territoriale della Regione Calabria.

Dopo i primi quattro – Speciale mare, Costa Tirrenica, Costa Ionicae Speciale Outdoor-, il quinto video si sofferma sul tema Arte Contemporanea & Archeologia Calabria tra antico e moderno, che conclude, dunque, il progetto di Calabria Straordinaria che punta, attraverso nuove forme di narrazione audiovisiva, alla conoscenza e alla valorizzazione del territorio nellottica della promozione turistica.

Al centro del video – visibile a questo link – un itinerario non consueto, per scoprire un particolare punto di vista sullarte contemporanea in Calabria, sottolineando come questa regione, da diversi anni, abbia deciso di guardare al presente e al futuro proprio attraverso un percorso importante di valorizzazione di questo ambito.

Dunque, un viaggio in numerosi centri storici nei quali opere di celebri artisti  – da Mimmo Rotella a Giorgio De Chirico, da Amedeo Modigliani a Salvador Dalì – si inseriscono armonicamente nel paesaggio, tra innovazione di forme e materiali e riflessioni su temi importanti.

Un itinerario che – come viene evidenziato nel testo che accompagna il video – spazia, tra gli altri, tra il Mudiac (Museo diffuso di arte contemporanea), il Marca, la Fondazione Mimmo Rotella, il Parco della Biodiversità Mediterranea, a Catanzaro; il Museo allaperto Carlo Bilotti, il Bocs Art Museum, il Museo del Fumetto, il Ponte di Calatrava a Cosenza, proseguendo con il Maca di Acri e il progetto Gulìa Urbana di Rogliano; per arrivare a Reggio Calabria, dove il lungomare si mostra con la magnificenza della sua struttura unica, sui due piani paralleli, che ospitano anche opere di arte contemporanea, come le statue di Rabarama, o le colonne di Operadi Tresoldi; senza dimenticare, sempre in provincia di Reggio, a Mammola, il MuSaBa Museo di Santa Barbara, creato da Nik Spatari.

Previous article“ITALIA” il nuovo singolo del soprano Paola Francesca Natale
Next articleIl Cinema del Natale. I classici da non perdere
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here