Anton Giulio Grande e la “Callas Rock Forever “

224554

Anton Giulio Grande alla Milano Fashion Week 2024 con la collezione “Callas Rock Forever”
Il talentuoso couturier Anton Giulio Grande presenterà martedì 20 febbraio 2024 alle ore 16,00 la collezione “Callas Rock Forever” a Fiera Milano Rho.

La sfilata è organizzata in collaborazione con Lineapelle-Unic Concerie Italiane e metterà in mostra la maestria del celebre stilista calabrese che per l’occasione ha realizzato dei look genderless.

Capi in pelle dal sapore rock, camicie interscambiabili con intarsi di piume e pizzi, che si traspongono dal guardaroba di lui a quello di lei senza esitazione, mantelle no gender dal sapore moderno e dal forte impatto visivo.

No alle etichette e addio ai generi, in passerella una moda contemporanea che travalica i confini di genere. Il designer proporrà, per la prima volta nella storia della sua couture, dei capi da uomo, come la tuta e la camicia, interamente realizzati in pelle e ricami. Nella nuova collezione 2024 Anton Giulio Grande aleggia la figura di Maria Callas, un vero e proprio omaggio all’icona a cento anni dalla sua nascita.

“Maria Callas è una diva moderna, un’antesignana di tanti pregiudizi che al tempo erano uno scandalo. E’ una donna che ha amato un uomo complicato, sono rimasto affascinato dalla classe, ma anche dalla modernità dei suoi look dell’epoca”- dichiara il designer. In passerella 25 look donna e 20 uomo, in cui i confini sembrano sfumare.

Una collezione leggiadra che evidenzia il senso di libertà, per una figura che spicca il volo sentimentalmente a 360gradi.

Ed è proprio il senso del volo che si ritrova nelle lavorazioni con le piume, elemento cardine dell’haute couture ed intrinseco nella storia della Maison Anton Giulio Grande, che evidenziano una donna trasversale, libera e senza pregiudizi, proprio come la Callas, in grado di spaziare perfettamente nel ruolo di soprana ed attrice.

Le lavorazioni sono espressione dell’alta artigianalità simbolo del Made in Italy, con borchie, strass, swarovski. I tessuti vanno dai grandi colli a lance, alla duchesse con ruote panoramiche di mantelle di lana e seta, agli abiti iper ricamati in pietre preziose.

Per una Callas dal sapore rock che potrebbe vivere perfettamente al giorno d’oggi. Le creazioni non dimenticano i veri dettami della couture classica e sfileranno sui celebri brani della Callas remixati. La palette cromatica vira prettamente sui colori pastello; si va dal rosa salmone, ai rossi corallo, agli azzurri e celesti, al grigio perla, al bianco cristallo per finire sui toni più scuri del grigio fumo di Londra, petrolio e dell’immancabile nero, colore o meglio cifra stilistica del designer.

Anche per questa stagione 2024 si rinnova e prosegue la collaborazione tra Anton Giulio Grande ed Italiana Accessori srl che ha curato lo studio e la decorazione dei capispalla in pelle e delle personalizzazioni in strass e paillettes.

Anton Giulio Grande fin da sempre crea capi unici amati dalle star di tutto il mondo.

Lo stilista calabrese si e’ affermato nel mondo dell’alta moda internazionale dopo aver studiato presso l’Università Polimoda di Firenze e successivamente al Fashion Institute of Technology di New York.

Grande si esprime oggi con la sua inventiva più alta, la creatività e il talento capace di esaltare e valorizzare la vera essenza femminile.

Da due anni lo stilista ricopre la carica di Commissario per l’Italian Film Commission della Regione Calabria. L’organizzazione ha lo scopo di valorizzare le identità artistiche nella sua dimensione contemporanea, attraverso narrazioni, luoghi e scenari capaci di veicolare l’attuale immagine della regione. Evento realizzato in collaborazione con: LINEAPELLE – UNIC Concerie Italiane; Italiana Accessori S.r.l. Hair – TONI PELLEGRINO TEAM; Make Up – MAURIZIO CALCAGNO, Samudra Wellness

Previous articleGrande successo per “Vibo in love” organizzato da SD collezioni
Next articleTra le dune della Cornovaglia
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here