Grande successo per “Vibo in love” organizzato da SD collezioni

224416
Riuscitissimo l’evento “Vibo in Love”, una giornata all’insegna dell’ Arte e della musica con danza e poesie.
Tantissimi artisti giunti da ogni zona della Calabria e anche oltre, (sono arrivati alcuni dipinti anche da Polignano a Mare!).
Gli artisti hanno esposto le loro opere, cariche di pathos e sentimento, tanto che la commissione esaminatrice ha deciso di prendere più tempo per fare una scelta definitiva verso chi vincerà la mostra personale a Palazzo Gagliardi.
Le opere, tutte di grande impatto visivo ed emotivo, sono state classificate come una finestra spalancata sul cuore.
Sonia Demurtas torna a casa soddisfatta, come anche l’Amministrazione comunale.
Una squadra ricca di sinergia.
L’assessore al Commercio Carmen Corrado e l’assessore agli Affari generali e al Decoro Katya Franzé insieme all’Accademia di Arte e Poesia Fior di Loto hanno dato vita ad una interessante iniziativa che il pubblico ha molto apprezzato. Spazio anche alla danza con la scuola Ruskaja che ha fatto esibire sul corso oltre 30 ballerini di ogni età che hanno dato vita ad esibizioni di ballo emozionanti.
Il Premio Arte San Valentino ha raggiunto il suo obiettivo: aggregare le persone, che spesso hanno in comune un interesse.
Presenti anche piccoli artisti.
Sonia Demurtas con il suo entourage di amici artisti ha reso il Corso Vittorio Emanuele un museo a cielo aperto, ricco di storie da osservare e raccontare.
La commissione esaminatrice sceglierà l’opera più interessante e meritevole in base allo stile, l’originalità e la capacità di esecuzione.
Il tema dominante è stato l’amore intenso in tutte le sue forme: famiglia, coppia, amore verso il territorio e gli animali. Vincerà l’artista che sarà riuscito a dare il giusto valore e i giusti requisiti alla sua opera.
La commissione esaminatrice composta dal dottore Antonino Barone, le professoresse Demurtas, Corrado, Rizzo e Franzè, che proprio in queste ore stanno valutando la loro scelta, calcolando il punteggio ottenuto e stilando le loro relazioni.
Gli artisti che hanno esposto le loro opere a Vibo Valentia al premio Arte San Valentino sono: Alfredo Campagna, Alida Nella Punturiero, Domenico Virdo’, Amalia Politi, Angelo Nazionale, Anna Alfano (poetessa napoletana) Annamaria Massa, Antonio Nazionale, Antonio Parisi, Brunella De
Paola, Carmen Carioti, Carla De Paolo, Carlo De Nino,Caterina Rizzo,Claudio Foti, Cristina Corso, Eleonora Lagana’, Fabio Mascaro, Francesco Logoteta, Gregorio Procopio, Giuseppe Di Gesu, Leonardo Cristofaro, Licia D’Urzo, poetessa Lina Sorrenti, Lucia
Federica Monteleone, Maria Nicolò, Maria Rosaria Valenti, Melina Morelli, Nicola
Sacco, Rosetta Bova, Sophia Parisi, Sator Art, Tonino Gaudioso, Lilla Calello, Tonio Fortebraccio, Vera Console.
Artisti in erba presenti oggi si sono fatti subito apprezzare:Miriam Monteleone, con le sue tele ricche di fantasia e Pietro Lopresti dotato di grande talento, sostenuto in questa avventura dalla famiglia e dal Presidente della Proloco di Acquaro Giuseppe Esposito.
Il Reading poetico a cura di Pippo Prestia, Gianluca Rubino, Anna Alfano, Licia D’Urzo e Sonia Demurtas è stato davvero interessante.
Naturalmente ci sono state diverse richieste di nuovi eventi e visto il risultato non tarderanno ad essere organizzate nuove iniziative.
Previous articleIntervista alla scrittrice Emilia Testa
Next articleAnton Giulio Grande e la “Callas Rock Forever “
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here