Abbandoni silenziosi

234816

Può capitare che in una relazione amorosa c’è chi sparisce improvvisamente, come fa un fantasma e chi invece si sottrae dalla quotidianità dell’altro lentamente, trasformando in questo modo, un rapporto solido come era, in un legame altalenante o addirittura inesistente.

Succede che anche i messaggi dell’altro ricevono risposta dopo molte ore o addirittura giornate intere, e nella quotidianità si instaurano silenzi inspiegabili alternati a conversazioni dove non c’è nessun interesse sincero a sapere come sta l’altro.

E così, senza un reale motivo, la relazione diventa improvvisamente instabile, distaccata e ci si vede poco se non si vive insieme.

Può avvenire che ciascuno di noi può vivere un momento particolare in cui si ha difficoltà a dare attenzioni agli affetti più cari, perché presi da tanti impegni pressanti, e nella relazione inizia il fenomeno di “semi ghosting”.

Fenomeno ormai molto comune non solo in amore ma anche nei rapporti di amicizia.

Il partner diventa freddo, frettoloso, scostante nei confronti dell’altro e la frequenza dei contatti, degli appuntamenti, delle ore passate insieme diventano sporadiche, tanto che il rapporto resiste a malapena.

Nella poesia, nella musica tutti descrivono e rincorrono, a volte banalmente, l’amore supremo.

Che è quello idealizzato, quello bellissimo, con le farfalle nello stomaco.

La realtà col passare del tempo è però ben diversa perché è fatta di compromessi, di sopportazione, di sacrifici che una coppia deve affrontare ogni giorno per andare avanti.

Ma non sempre questo avviene da ambo le parti, perché in alcune situazioni si fa “quiet quitting”al partner.

Ma cos’è il quiet quitting? 

E’l’abbandono silenzioso…

Rappresenta quella fase della relazione in cui uno dei due inizia a fare proprio lo stretto necessario affinché la relazione vada avanti, senza prendersi la responsabilità di chiudere il rapporto.

Potrebbe darsi che all’inizio non ci si renda conto del fatto che si sta in modo non chiaro, scaricando il partner.

Può anche succedere, dopo alcuni mesi, che arrivi una presa di coscienza ma non poter più tornare indietro. Il comportamento di distanziamento da un rapporto di coppia non soddisfacente, avviene quando un partner sente che c’è un problema da risolvere ma è solo nel risolverlo, e non avendo più risorse mentali a disposizione, inizia a staccarsi dal partner, ad esempio concentrandosi maggiormente su di sé, sul lavoro o su altre cose.

Questo processo può essere vissuto più o meno consapevolmente, perché si può prendere coscienza di amare il partner anche se in modo sbagliato, non riuscendo a dargli più priorità e dando per scontate molte cose, rischiando così di perdere l’altro.

Angela Amendola

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here