Si può entrare nelle cose mantenendo le distanze oppure scegliendo una full-immersion.

Vi si può accedere in sordina, senza bussare, con un pizzico di sfrontatezza oppure ci si può trovare nelle condizioni di voler osare.

E allora ci si mette dinnanzi al portone e si agita il battente fino a che non si viene accolti.

Si può decidere di presentarsi a piedi nudi per evitare di fare rumore, di disturbare oppure si può esagerare con un tacchettio insopportabile.

Non ricordo il momento esatto in cui io varcai la soglia della tua vita.

La memoria mi viene subito incontro per ricordarmi solo che si trattava di una giornata di sole.

Non ho adottato strategie, non ho affatto gestito questo incontro.

Mi sono lasciata andare.

Era necessario penetrare il tuo mondo, rimanere impigliata nel tuo presente, tutto il resto non contava.

Era importante essere a due passi dal tuo cuore, naufragare nei tuoi occhi, percorrere tutte le notti quel sentiero stellato per accendere il nostro sogno.

È da quel giorno che ho capito cos’è l’amore.

Piera Messinese

Articolo precedenteHubert e Kalisa
Articolo successivoUlisse: speciale Hiroshima e Nagasaki
Piera Messinese
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui