Tony Servillo a Lamezia Terme

183272

Toni Servillo premiato al Lamezia International Film Fest da Anton Giulio Grande

Ancora un grande ospite al Lamezia International Film Fest: la seconda serata del Festival ha visto, infatti, la presenza di uno dei più importanti attori italiani, Toni Servillo, che ieri è stato protagonista dell’incontro con il pubblico al Parco della Piedichiusa.

Un interessante e partecipato talk, sviluppatosi attraverso un’intervista condotta da Mario Mattia Giorgetti, direttore di Sipario, e con il direttore del festival, Gianlorenzo Franzì, in cui si è spaziato dal cinema al teatro, in particolar modo sul ruolo dell’attore.

Presente alla serata – dopo l’inaugurazione di martedì scorso con Ornella Muti, che ha aperto la lunga stagione delle rassegne e dei festival cinematografici che si svolgeranno in Calabria, con il sostegno dalla Calabria Film Commission – il Commissario Straordinario, Anton Giulio Grande, il quale, al termine dell’incontro, ha consegnato il Premio Ligeia all’attore.

Anton Giulio Grande si è complimentato con Servillo per il suo lavoro, manifestando la propria soddisfazione “per la presenza a Lamezia di un grande attore che ha regalato una lectio magistralis al pubblico della Calabria e al pubblico del Lamezia International Film Festival”.

Il Commissario straordinario della Calabria Film Commission ha, poi, concluso il suo intervento, auspicando che Toni Servillo “possa essere magari presto protagonista in Calabria di film ambientati nella nostra regione”.

Maria Luana Ferraro

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleA due passi dal tuo cuore
Next articleAlla scoperta delle profondità più nascoste (Parte 34a)
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here