Your name (il cui titolo originale è  Kimi No Na Wa) è un film d’animazione giapponese del 2016, scritto e diretto da Makoto Shinkai. Prodotto da CoMix Wave Films e distribuito da Toho, il lungometraggio è tratto dall’omonimo manga disegnato da Ranmaru Kotone; Masayoshi Tanaka si è occupato del character design del film e il gruppo musicale Radwimps ha composto la colonna sonora.

Makoto Shinkai è regista, sceneggiatore, animatore e scrittore. Dopo i premi e i successi dei film d’animazione “Cinque centimetri al secondo” (2007), “I bambini che inseguono le stelle” (2011) e “Il giardino delle parole” (2013), nel 2016 ha sbancato i botteghini di tutto il mondo con l’uscita di Your Name, tratto dall’omonimo romanzo pubblicato da J-POP.

Giappone, anni 2010. Mitsuha Miyamizu, una studentessa delle superiori che vive nella piccola cittadina di montagna di Itomori, nei pressi di Tokyo, detesta la sua vita monotona di campagna. Lei vive assieme alla nonna sacerdotessa e alla sorellina da quando la madre è morta e il padre ha abbandonato la famiglia per dedicarsi alla carriera di sindaco, non sopportando più le loro tradizioni. Parallelamente, Taki Tachibana, un ragazzo di Tokyo che lavora part-time in un ristorante italiano, fa un sogno bizzarro: si risveglia nel corpo di Mitsuha e in una cittadina sperduta fra le montagne in cui non è mai stato prima. La ragazza, d’altro canto, diventa Taki, e quindi si ritrova in una stanza mai vista, incontra amici che non conosce e lo scenario di Tokyo si estende davanti a lei.

I due, così, iniziano a conoscersi pian piano con l’avvenire di questi scambi di corpi, l’uno programmando e svolgendo le attività e la vita dell’altro. Nel frattempo, l’arrivo di una cometa che passa una volta ogni mille anni è atteso da tutta la popolazione, ignara però di un’imminente catastrofe che non solo avrebbe sconvolto l’amicizia di Taki e Mitsuha, ma tutta Itomori, la quale verrà irrimediabilmente distrutta.

“Ogni tanto, la mattina, appena sveglia mi capita di ritrovarmi a piangere, senza sapere perché. Sto cercando qualcuno o qualcosa. Ho iniziato a pensarlo…forse…da quel giorno”

Makoto Shinkai non si smentisce mai con i suoi film d’animazione, e anche Your Name ne è la prova: tra amore e fantasy Mitsuha e Taki dovranno finalmente incontrarsi e conoscersi dal vivo.

La colonna sonora e le animazioni sono veramente stupende ed eccezionali, con uno stile che solo lui è in grado di produrre per offrire il massimo ai suoi fan. Trama, storia e personaggi sono ben caratterizzati e anche ben disegnati nel manga: è inutile specificare che lasciano allo spettatore le farfalle nello stomaco! Il divertimento della parte iniziale dove i due ragazzi si scambiano i corpi si unisce al dramma della seconda parte, in cui tutto sembra andar perduto: il filo rosso del destino (che secondo una leggenda giapponese ti lega alla tua anima gemella) sta per spezzarsi.

Dal disastro di Itomori, infatti, sono passati ben tre anni: in questo caso non si capisce come i due siano venuti in contatto in quanto Mitsuha, teoricamente, è morta. Nonostante ciò, Taki riesce a salvarla innescando una reazione a catena di ricordi che gli permetterà di ritornare nel corpo della ragazza soltanto un’altra volta, per poter salvare lei e tutta la cittadina, evitando così che accada una catastrofe.

È impossibile non affezionarsi ai due protagonisti che sono riusciti a cambiare il destino con la sola forza di volontà e determinazione. Inoltre la frase finale, da cui è tratto il titolo, regala nostalgia allo spettatore, anche perché i due non ricorderanno più il legame e l’avventura che li hanno tenuti uniti.

Scusa… Non è che ci siamo già incontrati? (lacrime)

L’ho pensato anch’io.

(Insieme): Qual è il tuo nome?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui