Viva Pigropoli!

121288

BORSE DI STUDIO PER FARE I PIGRI

Forse è una idea davvero splendida, da estendere, ampliare. diffondere…
Fra No Mask, No Vax, poliziotti americani “dal ginocchio e dal grilletto facile”, Boris Nemtsov “accidentalmente” dipartito per una “velenosa putinata”, baby gang inglesi che accoltellano a desta e a manca a Birmimgham, un giovane calciatore ammazzato a pugni e calci a Colleferro … e la Ferrari che a Monza “ha cambiato colore” dalla vergogna!!!
Allora ben vengano le borse di studio per incentivare la pigrizia.
Avete capito bene: borse di studio per fare i pigri ovvero pagati per non fare assolutamente nulla…più o meno come capita a tanti nostri rappresentanti politici (in questo senso – da tempo – siamo all’avanguardia).
Non è uno scherzo ma un progetto dell’Università Tedesca delle Belle Arti di Amburgo per indagare la contraddizione di una società che promuove la sostenibilità e allo stesso tempo valorizza successo, aggressività, stress, lotta sociale e consumismo.
Il modulo di partecipazione è composto da quattro domande:
  • Cosa non vuoi fare?
  • Per quanto tempo non vuoi farlo?
  • Perché è importante non fare questa cosa in particolare?
  • Perché sei la persona giusta per non farlo?
Sono queste le domande cui dovrà dare risposta il candidato per ottenere una borsa di studio da circa 1.600,00 euro (mensili?) per “non fare niente”, ha spiegato al Guardian, Friedrich von Borries architetto e teorico del design che ha ideato il programma finalizzato a  indagare le contraddizioni di una società che promuove la sostenibilità e allo stesso tempo valorizza il successo e l’aggressività sociale.
La borsa verrà corrisposta “ai vincitori più oziosi” a metà gennaio 2021 a fronte della consegna di una sorta di “rapporto sull’esperienza” anche se non sarà subordinata alla riuscita o meno dell’esperimento di inattività: impegnarsi per non fare niente potrebbe non essere così facile come sembra…anche questa è una dote, un vero talento naturale.
Il termine per presentare la domanda è il 15 dicembre 2020: chi si candida dovrà convincere una giuria che l’area prescelta di “inattività attiva” è particolarmente importante.
Ma io andrei ben oltre.
Di certo occorrerebbe anche una “location” appropriata, e quindi suggerisco la fondazione di Pigropoli, ridente località amena (manco a dirlo) avvolta nel silenzio e nel “fermo immagine” più assoluti.
Una sorta di Paradiso, ovviamente “di Alta Formazione e Specializzazione” in pigrizia, dove mandare tutti coloro che, è assodato, meglio non facciano nulla, i veri talenti del danno!
Dall’andare in giro per pub inglesi a ubriacarsi per poi accoltellare chi capita, ai leader politici capi di Stato che amano giocare al “piccolo chimico”, cosa che io – ormai e purtroppo – non faccio da tempo immemore!!!
E così, sistemati nel lusso sfrenato dell’inedia tutte queste belle personcine qui, “i fessi di sempre” potrebbero tornare di nuovo a lavorare in pace, magari sentendosi almeno un pochino “meno fessi”.
Quelli che amano sudare, realizzare, studiare e pagare le tasse, potrebbero ritornare finalmente, a sentirsi non più “i soliti fessi”, quelli che studiano come dannati e poi assistono a promozioni di massa, quelli che curano il proprio campo e poi pagano la multa ai Carabinieri Forestali perché qualcuno ci ha buttato dentro – en passant – un bel sacchetto di spazzatura, quelli che rispettano la proprietà privata e poi però non possono far nulla contro chi “… eh lo so che non è mio ma ci passo da tanto quindi adesso ho la servitù di passaggio…”, quelli che fanno i Primi Ministri avvocati, laureati e pure iscritti all’ordine per essere poi criticati da “leader” che abbandonano gli studi a meno 5 esami dalla laurea dopo 12 anni fuoricorso …

Che ne pensate?
A me pare una idea grandiosa … e allora … viva Pigropoli!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here