“Via D’Amelio” di Maria Cristina Adragna

163622

VIA D’AMELIO

Qui giacciono
la coscienza dell’impavido,
la magnificenza dell’integerrimo,
l’abnegazione dell’Uomo giusto.

Qui giacciono
la folgorazione degli eletti,
il greve riscatto ritenuto folle,
qualunque forma di vituperio.

Qui giacciono
il risarcimento dell’orrore,
la stigmatizzazione del disonore,
l’impulsività delle anime ingombranti.

Qui giacciono
il potere e i vili abusi,
la lotta ai suoi soprusi,
l’indomita costanza.

Qui giace la speranza
da secoli vessata,
qui giace chi non mente,
né a Dio né alla sua gente…

Maria Cristina Adragna

Ringrazio l’Artista, Gioacchino Di Caro, per la gentile concessione del magnifico ritratto che è possibile ammirare in copertina.

19 luglio 1992

“In memoria di Paolo Borsellino”

Matite grasse e dure su carta, cm 33×48 – 2020 

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleHo imparato a non fidarmi
Next articleBocconcini di merluzzo
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here