“Tutta la mia vita” di Maria Cristina Adragna

188559

TUTTA LA MIA VITA

Tutte le mattine,
al di là della persiana,
un afflato mi ridesta,
come fosse il tuo pensiero.

Rassomiglia a un vento lieve,
al sospiro di un amante,
sparge intorno
il dolce effluvio
che lasciammo
in quella stanza.

La distanza, amore mio…
fosse un filo di cotone!
Tirerei dalla mia parte
per avvicinar la terra,
e se solo io riuscissi
a tenere l’equilibrio
farei strada di quel filo…
mi ritroveresti innanzi.

Ti ho lasciato
tante cose quella sera…
le hai trovate?
C’era il cuore sul cuscino
e due occhi sopra il letto,
le mie labbra in un cassetto,
una mano alla parete,
sulla tenda cinque dita
e poi…
tutta la mia vita…

Maria Cristina Adragna

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous article“Gli ultimi giorni di quiete” di Antonio Manzini
Next articleLe mani…un biglietto da visita
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here