Top Gun Maverick …il ritorno di un cult

201813

Dopo 30 anni il mondo è pronto al ritorno del grande Tom Cruise nei panni di un personaggio entrato nella storia del Cinema: Pete Maverick.

Chi non ricorda il cult degli anni 80, Top Gun, con Take my breath away, la canzone portante (premiata con l’Oscar) che accompagnava Cruise nelle scene più ‘in’ con Kelly McGillis?

La storia di Pete Mitchell, allievo della scuola di volo più prestigiosa del Paese, è ormai nota. Testa calda, irruente, ribelle e poco ligio alle regole di volo (e non solo) , la vicenda del giovane pilota all’ombra del ricordo del padre perduto, ha appassionato migliaia di cinefili negli anni restando uno dei titoli più celebri della storia del Cinema.

La pellicola generò un trend tra giubbotti di pelle, occhiali ‘alla Pete’, corse in moto, karaoke al jukebox, partite di beach volley e vulcaniche scene di volo.

Alla notizia della preparazione di un sequel l’attesa era dunque altissima come le aspettative sulla storia che sarebbe stata raccontata. Cosa avrebbe fatto Pete?

Ormai adulto, Maverick è stato richiamato all’Accademia per preparare una squadra d’elite in vista di una missione ad alto rischio.

Tornare per Maverick significa ritrovare alcuni temuti fantasmi ,doversi confrontare con una sua vecchia fiamma (Jennifer Connelly) proprietaria del bar del posto, ma anche fare da istruttore a Bradley figlio dell’amato e compianto Goose (la cui morte è ancora per molti un trauma da superare).

Ad interpretarlo è Miles Teller mentre Val Kilmer è di nuovo Iceman Kazinsky e Ed Harris è il glaciale ammiraglio avversario di Maverick.

Seguirà un acceso scontro tra ‘generazioni’ di eroi.

Visualizza immagine di origine

Un ritorno riuscito?

La guerra in Ucraina rende la storia del film (parcheggiato per mesi per via del Covid) ora terribilmente attuale come anche il ritorno dell’America al ruolo di gendarme della libertà e le discussioni sulle armi a disposizione dell’esercito.

Il film, presentato in anteprima a Cannes, coinvolge in molti momenti, non deludendo le aspettative, fino alle scene finali adrenaliniche (curatissime tecnicamente) interpretate senza stuntman dallo stesso Cruise e dagli attori protagonisti.

Nel cast emerge una grande Jennifer Connelly (che si conferma ogni volta un’attrice di vero spessore) e un alone di nostalgica reminiscenza anni 80 che non guasta perché non finge di essere qualcosa che non è più. E’ una nostalgia che si rinnova, un crepuscolo che si presenta alle nuove generazioni, offrendogli un Mito e proponendo una rilettura (non facile) di un’icona difficile da replicare.

Il Film funziona proprio in quanto Non replica ma ricrea e rigenera un personaggio che ha ora i suoi anni e che non pretende di essere rimasto il ragazzotto dalla mascella quadrata, la maglietta stretch e l’aria arrabbiata del primo film.

Successo planetario e record al box office prevedibile per questa pellicola che regala due ore di ‘teoria sul perseguimento dei sogni’ ad una gioventù, quella di oggi, ripiegata sugli smartphone e la tecnologia e che potrà scoprire la semplicità di certi valori tipici dell’American Dream.

Ci pensa Tom a riportarci indietro nel tempo e poi di colpo di nuovo nel Futuro, in moto, con Lady Gaga in sottofondo questa volta, ma senza Kelly McGillis (a proposito….che fine ha fatto?).

Sandra Orlando

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleTutelare…
Next articlePablo Picasso (parte ottava)
Sono Sandra Orlando, mamma di Anna e Andrea, laureata in Lingue e insegnante. Faccio parte dell'Associazione Accademia e collaboro come Editor a SCREPmagazine. Dal 2020 Sono redattrice ed Editor nella redazione della rivista di Cinema Taxidrivers per cui ho ricoperto il ruolo di Programmatrice e Head of editorial Contents . Amo la letteratura, il cinema, la musica ed in genere tutto ciò che di artistico “sa dirmi qualcosa”. Mi incuriosisce l'estro dell'inconsueto e il sorriso genuino dell'umiltà intelligente.  Scrivere fa parte di me. 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here