Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 4a)

104803

Per leggere la puntata precedente fare click sulla FOTO

Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 3a)

Non appena entra percorre un corridoio lungo, nel quale vi sono tante porte numerate come negli hotel.

Avanzando ancora, si ritrova in un immenso salone colmo di poltrone e divani in cui stanno seduti o sdraiati, uomini e donne in coppia.

Percorrendo il lato sinistro del salone, con grande sorpresa, viene attratta alla vista di uomini e donne che si accoppiano in modo promiscuo e anche con “giochini particolari“.

Qualcheduno/a non indossa la maschera mostrando, addirittura, il proprio volto…

Che strana sensazione…Queste scene le aveva viste solo nei films!

E’ vero…spesso ha viaggiato con la fantasia, ma immaginarle è diverso che vederle nella realtà.

In quel preciso istante, Nathalie, è tentata di scappare, si sente quasi soffocare.

Presa dall’angoscia, nonchè dalla paura, indietreggia per andare via e si scontra con un uomo che come lei ha il volto coperto.

Si guardano entrambi avvertendo una forte carica di eros malgrado i visi coperti.

Egli è un uomo alto, raffinato, di bell’aspetto. Attraverso la maschera i suoi occhi sembrano stelle luccicanti che emanano una luce abbagliante.

Ella si sente denudata!  Lo sguardo di lui, le provoca disagio, ma allo stesso tempo, avverte di desiderarlo.

Tutto ciò è inspiegabile…Da anni ed anni, Nathalie non desidera nessun uomo, sembrava quasi asessuata.

Adesso, all’improvviso, scopre di sentirsi attratta da costui, pur non avendolo mai visto.

La sua mente è confusa, offuscata!

Il pensiero di non vederlo più le provoca tristezza.

Non vuole essere impulsiva…Si reca un attimo in toilette per rinfrescare il viso e riflettere.

Toglie un attimo la maschera e mentre sta per bagnare il viso, entra la donna che sere prima aveva notato in strada affiancata da un giovane uomo che l’accompagnava verso l’hotel.

Era in lacrime, sembrava disperata…Cosa la turbava al punto di piangere?

C O N T I N U A…

Previous articleNo comment… che è meglio!
Next article“Quel bellissimo rumore che fai”
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here