Leggi qui la puntata precedente:

Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 21a)

Nathalie adesso è in dormiveglia. Ad occhi chiusi gode dei profumi della natura, dei fiori che stanno per germogliare, delle fronde al mattino presto bagnate dalle gocce di rugiada, ascolta gli uccellini cantare.

In lontananza sente il frastuono delle onde che si infrangono sugli scogli e le sembra di fluttuare come una nave in mezzo al mare.

Qualcosa, all’improvviso, irrompe sul suo sonno e  la distoglie da quella magia… il trillo della sveglia che ormai segna le ore 8,00.

E’ tardissimo!!!

Si sveglia di soprassalto e il primo pensiero è per Alain.

Accidenti, a breve suonerà alla porta per prendere il caffè insieme. Si veste in modo lesto e si mette un tocco di rossetto rosa sulle labbra per non sembrare troppo scialba.

Sono già le ore 10,00. Per un attimo aveva dimenticato dell’appuntamento con  l’editore.

La giornata si presenta piena di sorprese.

Ecco!  Sente la voce di Alain che parla al cellulare mentre avanza verso la porta di lei… Suona sfiorando appena il campanello…Un soffio lieve!

Lei è elettrizzata, si guarda allo specchio sistemando i capelli e apre la porta.

<<Ciao, bentrovato…Prego, accomodati!>>.

Egli guardandola estasiato senza toglierle gli occhi di dosso, avanza lentamente, seguendo i suoi passi e si ritrova nell’unica stanza in cui, oltre al letto, vi è un tavolo con sedie al centro della stanza,  e un divano accostato sotto il davanzale della finestra.

Ambiente piccolo ma carino. E poi gli basta guardare lei che con la sua bellezza illumina tutto.

Nathalie lo invita a sedere mentre gli versa il caffè nero bollente.

Anche lei siede di fronte a lui e comincia a sorseggiare il caffè accompagnandolo con un biscottino.

Entrambi hanno l’aria imbarazzata, sembrano privi di argomenti, ma in realtà, è l’emozione che li blocca.

In quel momento Alain vorrebbe abbracciarla, baciarla, ma si trattiene dal farlo.

Sarebbe troppo imprudente. In fondo si conoscono da appena un giorno, anche se in realtà fra di loro è scattato qualcosa fin da subito.

L’uomo vorrebbe farle mille domande, ma dato l’imbarazzo, preferisce andare via ringraziandola per il caffè e le propone di vedersi alla  sera dopo, nel parco attiguo al loro residence.

Nathalie accetta senza esitare e lo saluta con un bacino sulla guancia dicendogli che attende sue notizie.

Adesso che Alain è andato via, la donna deve prepararsi per uscire e recarsi all’appuntamento con il capo redattore…Chissà se quel pomeriggio  segnerà il suo futuro professionale…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui