Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 13a)

108590

Per leggere la puntata precedente fare click sulla FOTO

Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 12a)

Uno strano sogno turba il suo sonno!

Cammina per fitti boschi dove ogni rumore le incute paura, attraversando ripidi sentieri fatti di irti rami e siepi spinose.

Sente da lontano lo scorrere di un ruscello, una sorgente di acqua viva.

Affretta il passo, ode il bubolar del gufo e qualcuno che da lontano, la segue.

La paura la sorprende!

Uno sparviero vola su di lei…Si china e  abbassa la testa; una tartaruga quatta, quatta, blocca il suo cammino, si ferma…

II respiro diventa affannoso, la paura è incalzante, si perde…ricomincia a correre…

Una volpe rossiccia schizza come una saetta da una cavità.

Che angoscia, che brividi!

Si accascia per terra…E’ la fine, è spacciata!

Drin… drin… drin…

Il trillo della sveglia la fa sussultare…Si chiede: <<Sogno o son desta?>>.

Quella sveglia che ha sempre odiato, mai come in quel momento sente di amarla tanto.

Che incubo!!!

Si alza frastornata e nel rammentare quel sogno cerca di interpretarlo.

Da sola non riesce e pensa di telefonare ad un’amica di vecchia data, che spesso fa sogni premonitori e riesce anche ad interpretarli.

All’inizio ha un po’ di titubanza, per la paura di scoprire qualcosa di brutto che possa accaderle, ma poi si arma di coraggio e la contatta.

Squilla il telefono e nessuno risponde…Riprova svariate volte senza ricevere alcuna risposta.

Che strano! Solitamente Katrine risponde subito.

Nathalie non è tranquilla…Qualcosa la turba.

Fa trascorrere la mattinata e nel primo pomeriggio la ricontatta.

Qualcuno risponde ma la voce è di una donna matura.

All’inizio pensa  di avere sbagliato a formulare il numero  e blocca.

Ritenta e risponde ancora quella donna dalla voce affaticata.

Questa volta, sicura di non avere sbagliato, le parla e chiede subito di Katrine.

<<Katrine, cara, è salita al cielo fra gli Angeli…Non è più fra noi>>.

Le annuncia la donna, con voce affranta.

<<Cosa?>> Risponde perplessa Nathalie, scoppiando in lacrime.

<<Si, purtroppo due settimane fa ha avuto un brutto incidente e ci ha lasciati>>.

<<No…Non può essere vero!!!>>.

<<Invece è proprio così. E’ avvenuto tutto così all’improvviso che ancora adesso non riesco a crederci neanch’io. Tu chi sei, io sono la sua mamma. Vivevamo insieme e adesso mi ha lasciata tutta sola>>.

<<Sono una sua cara amica. Mi spiace tanto, non ho parole! Se mi permette, qualche giorno verrò a trovarla>>.

<<Con immenso piacere cara, vedere qualcuno, in questo triste momento, mi aiuterà a sentire meno la sua mancanza>>.

Nathalie chiude  il telefono e si rende conto che, quel sogno, è stato un segno di Katrine, per darle modo di sapere che non è più fra loro.

Giunge sera e con davvero poco entusiasmo si prepara al suo primo appuntamento di lavoro…

C O N T I N U A…

Previous article“Se mi lasci, ti cancello”
Next article“A tu per tu con…” Silvia Cassetta
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here