“Sulla coscienza che stride” di Maria Cristina Adragna

128828
SULLA COSCIENZA CHE STRIDE
Ho temuto per me,
per la caducità
dei miei stati emozionali,
ho temuto di non rivederti
nella monotonia dei giorni grevi,
brevi ed infestati dall’apatia virulenta,
tutti maledettamente standardizzati ,
tutti in decomposizione
sulla coscienza che stride.
Temo ancor che la mia esistenza
sia deficitaria di un colore
pregnante dell’arcobaleno,
come se dovesse
offuscarsi l’universo all’improvviso,
come se non fossi più
lo stesso di quando
potevamo decantar la vita.
M’adagio con pazienza sull’arido terreno,
sono una foglia che non s’arrende
all’autunno delle circostanze amare
e mi domando perché
non arrivi ancora ad estirparmi
da sotto queste macerie incolte…
È così lontana la primavera,
come resisteremo?
Ho uno scrigno che contiene
un po’ d’amore che non accenna
a tacitar la sua parvenza,
una lettera che composi svogliatamente
chissà in quale anno remoto
e centinaia di rimembranze rigogliose
che mostrano te mentre mi baci,
mentre mi cogli, mentre mi mordi…
Te ne ricordi?

“Ti aspetto” di Maria Cristina Adragna

Previous articleLe migliori Serie TV del 2020
Next article“La stanza della mente” di T. Nechita
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here