Semplicemente Giulia (Parte 12a)

231928

Per leggere la puntata precedente clikka sull’immagine qui sotto:

Semplicemente Giulia (Parte11a)

…Non sempre le cose vanno come desideriamo. Sofia si era illusa che la vita matrimoniale sarebbe stata rosea, ma in realtà la convivenza con il marito, a lungo andare, non fu facile, un pò per gelosia ma soprattutto per incompatibilità caratteriale.

Da questo matrimonio nacquero due bambini, a distanza di pochi anni, e grazie a costoro, la loro unione durò nel tempo, anche se con alti e bassi. 

Matilde, nel frattempo, dopo svariati concorsi, ebbe finalmente il privilegio di vincerne uno alle poste, e per sua scelta, ottenne il trasferimento a Milano, dove visse per alcuni anni con gli zii e la cugina ai quali era molto legata sin dall’infanzia.

Essi l’accolsero nella loro casa con tanto affetto, l’amarono come ad una figlia e la cugina la considerava una sorella. Così, finalmente, anche la dolce Matilde aveva trovato il suo equilibrio e quella libertà tanto agoniata.

Ogni tanto scendeva a Napoli per andare a trovare la famiglia, ma dopo pochi giorni rientrava nel luogo e nella casa dove ormai si sentiva più a suo agio. 

Gennaro, con lo scorrere del tempo, era cambiato. Oramai i figli erano adulti e Speranza non lo temeva più come una volta. 

Grazie al legame che aveva instaurato con la figlia Vittoria, aveva cominciato finalmente a vivere.
Il loro rapporto era simile a quello tra sorelle, complici in tutto e si capivano con un solo sguardo. Non solo si confidavano, Vittoria la portava in giro quando usciva con le amiche per andare al cinema, al teatro e curava anche l’aspetto estetico della madre, rendendola più giovane.

Filippo, ormai un ragazzo di sedici anni, dopo la licenza media, aveva intrapreso le superiori per diplomarsi perito industriale, ma fu un vero fallimento, perchè la sua poca volontà di studiare, gli fece prendere la decisione di affiancare e lavorare con il padre al negozio di frutta a verdura.

Sicuramente fu una decisione azzardata, perchè da quel momento si sentì responsabilizzato e non riuscì a vivere appieno la sua adolescenza.

All’età di vent’anni conobbe una ragazza un pò più matura di lui, di cui si innamorò. 

La famiglia Coppola non era molto entusiasta di questa loro unione, malgrado ciò, acconsentirono  al desiderio del figlio di sposarsi appena all’età di ventidue anni. Indubbiamente, la sua giovane età e poca esperienza non lo avevano fatto riflettere abbastanza, malgrado sia Speranza che la sorella Matilde avessero cercato di farlo ragionare. Ma, sicuramente, era stato manipolato sia dalla fidanzata che dalla sua famiglia, essendo ancora molto ingenuo.

Gli anni scorrevano e Giulia, nonostante non fosse più una ragazzina, viveva una vita abbastanza gratificante, avendo conquistato la sua libertà…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

Clicca sul link qui sotto per leggere un mio articolo precedente:

La pianta di alloro e suoi benefici

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here