“Quando vorrei dirti che ti amo” di Maria Cristina Adragna

142510

QUANDO VORREI DIRTI CHE TI AMO

Quando vorrei dirti che ti amo,
invado i borghi assolati
delle nostre stagioni iridescenti.

Non importa ch’io sia regina
o miserrima vittima
di un’atroce povertà :
coglimi come fossi
un tenero giglio,
sulla soglia nuda e scarna
delle estreme
ed antitetiche condizioni.

Quando vorrei dirti che ti amo
ho il volto irrorato
dall’allegrezza che inibisce
ogni pudore :
reggimi saldamente,
al di là della paura,
del buon senso non richiesto,
dell’assenza di un errore.

Maria Cristina Adragna

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

“Tripudio” di Maria Cristina Adragna

Previous articleUn fenomeno ancora sottostimato: il Mobbing
Next articleDenise Pipitone: tra attesa ed incertezze…
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here