“Quando ti guardo” di Maria Cristina Adragna

210189

QUANDO TI GUARDO

Non accontentarti
di quello che vedi,
delle parole
che le mie labbra proferiscono,
di quei momenti
fugacemente sorseggiati,
né del sorriso
che molti altri ricercano.

Non accontentarti
della mia pelle levigata,
di questa carne
consumata dal tuo amore,
di quei sospiri
armonizzati dal desiderio,
della mia immagine
che ti divora
le pupille.

Non accontentarti
di ciò che narrano
i tuoi sensi,
di una poesia
che tutti leggono distratti,
perché non sanno
che ogni cosa
che ho da dire
è il sacro elogio
al sentimento che ho per te.

Non ti stancare
di pretendere il mio cuore,
le viscere profonde
dove alberga
solo il silenzio,
c’è un mondo di parole
troppo effimero e bugiardo,
ma non puoi
avere dubbi
quando ti guardo,
già…
quando ti guardo…

Maria Cristina Adragna

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleIntervista al “Poeta Abusivo in attesa di condono”
Next articleIncontro con Francesca Giuliano di “Avanti un altro”
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here