Le tue scarpe sul pavimento
graffiano il cielo
sfiorando il lembo
del tuo vestito a fiori
che sul pavimento nudo
sembra
un cespuglio profumato
ai margini del bosco.
Sfoglio i tuoi pensieri
come pagine di un libro
che da molto tempo
avrei voluto leggere.
I tuoi grandi occhi
e le tue carnose labbra rosse
sono le uniche cose
che ancora distinguo.
Poi….
mi perdo nell’infinito…

Maurizio Gimigliano © Copyright 2020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui