Memoria liturgica del Beato Carlo Acutis

139795

12 ottobre 2021 ore 19.00, memoria liturgica del Beato Carlo Acutis.

Abbiamo vissuto una emozionante celebrazione Eucaristica presso la Chiesa di San Benedetto in Lamezia Terme.

Si avvertiva un sentire comune, uno spirito di fratellanza, un esserci interiore che si espandeva nello spazio circostante in un interscambio spirituale dal quale promanava un senso di pace e di benessere.

La celebrazione è stata voluta dall’associazione Convegni di Cultura “Maria Cristina di Savoia” e dalla sua Presidente, la prof. Filomena Cervadoro, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ’21/’22 ed è stata Officiata da Don Domenico Cicione Strangis, Direttore del Complesso interparrocchiale San Benedetto.

La Presidente, ha messo in relazione la figura di Carlo Acutis con quella di Maria Cristina di Savoia, entrambi giovani, entrambi innamorati di Cristo Gesù in modo totale e assoluto, entrambi saliti in cielo in giovane età. Relazioni palesi tra i due beati nonostante essi siano vissuti in epoche storiche diverse.

La prof. Cervadoro ha concluso il suo intervento con la lettura del messaggio del Vescovo di Lamezia Terme Giuseppe Schillaci, parole colme di umanità, di affetto e di stima espresse con profonda fede.

Don Domenico Cicione Strangis, da par suo, nel corso dell’omelia, ha tratteggiato, come un artista che utilizza i colori pastello, il Beato Carlo Acutis, facendo comprendere come in soli 15 anni di vita, questo giovane, sia riuscito a lasciarci in eredità dei messaggi semplici ma incisivi, sull’importanza dell’Eucarestia, della preghiera del Santo Rosario, del culto della Vergine Maria oltre che del modo, proficuo nella fede, di utilizzare il web e le moderne tecnologie di comunicazione.

Don Domenico si è soffermato anche su un punto che personalmente reputo di fondamentale importanza: l’esempio di Fede e Santità che può rappresentare per i nostri giovani.

D’altronde, dice il nostro Sacerdote, Carlo Acutis rappresenta una nuova figura di Santità, ovvero di un ragazzo in jeans e scarpe sportive, quello della porta accanto, nel quale tanti suoi coetanei si possono rispecchiare.

Al termine, dopo i saluti e i ringraziamenti, attraverso un messaggio vocale, della Signora Antonia, madre del Beato Carlo, Don Domenico ha benedetto il primo prototipo di stendardo a lui dedicato e un quadro che lo raffigura, che è stato posto, quest’ultimo, in una cappella adiacente alla parte centrale della chiesa.

Personalmente, ho avvertito, alla fine del tutto, una comunione di cuori sorridenti, come un’aurea di spirituale felicità…

Tommaso Cozzitorto

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLettera alla mia famiglia
Next articleFilippo Franzoni (parte prima)
Tommaso Cozzitorto
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here