Le foto misteriose di Roberta. Parte seconda

243914

Roberta avvertiva una strana sensazione, un malore.

Stava per cadere ma Letizia fu lesta a fermare la sua caduta.

Per qualche secondo le due amiche restarono abbracciate sedute a terra perché Roberta era scivolata piano senza farsi male, grazie a Letizia.

Stette con gli occhi chiusi mentre nelle orecchie sentiva un rumore assordante e il cuore aveva i battiti accelerati. Passarono minuti prima che si riprendesse, che il cuore smettesse la sua folle corsa.

Fu in quel momento che chiese a Letizia perché quella foto si trovasse nella sua sala da pranzo.

Letizia non rispose subito, diventò rossa in volto e ripresasi anche lei rispose.

_”Roberta, non ricordo, ma se ti fa piacere tra le mie foto ce ne sono molte che riguardano te da sola o con Claudio“.

Roberta sorrise senza rispondere mentre in lei maturava l’idea di scoprire di più sulle sue foto a casa di Letizia.

La serata continuò tra risate e vecchi ricordi.

Una volta a casa Roberta cominciò a rovistare tra i suoi cassetti, cercava vecchie foto e diari in cui aveva annotato la sua vita pregressa.

_”Eppure erano qui ,dove sono finite le foto con Claudio?“…

Non ci fu niente da fare, non ce n’era traccia.

Quella notte non riuscì a dormire, perché ripensava gli anni in cui era stata felice con Claudio. Aveva sempre creduto che durasse per sempre, immaginava tutta la vita di averlo al suo fianco ma tutto era finito con quello schianto.

Lo schianto in auto in cui Claudio perse la vita e in cui lei si salvò per miracolo.

Urlò per il dolore che ancora provava ,quei momenti erano fissati vividamente dentro di lei, no,non aveva mai superato la perdita dell’uomo che amava.

Le  prime luci dell’alba la trovarono lí seduta sul divano, vestita e con gli occhi gonfi di lacrime.

Guardò il cellulare e vide che era tardi. Doveva scappare al lavoro e fece tutto di fretta.

Non preparò nemmeno il caffè, lo avrebbe preso al bar vicino la clinica, dove lavorava come anestesista. Nel suo studio trovò le cartelle degli interventi da fare quella mattina.

Dopo la riunione coi colleghi si mise all’opera, fece il giro in corsia e ancora una volta colloquiò con i pazienti che dovevamo essere operati.

La giornata fu lunga, estenuante, ma in lei continuava ad esserci un solo pensiero.

Le sue foto a casa di Letizia, come c’erano finite?

Si conoscevano da sempre, avevano fatto insieme molte cose, viaggi, feste, erano davvero grandi amiche, come sorelle. Improvvisamente il tassello mancante fu davanti a lei…

Angela Amendola

I biscotti di Roberta

Continua

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here