“La stella a sei punte” di Pino Gaudino

123899

Puntuale nell’orario,

come un orologio di colpe ingiuste,

l’ultimo treno arriva al gelo…

Chiuso il cancello che spazza via

vecchiaia e giovinezza,

la vita si congeda dalla luce.

Il delirio trova il senso,

tra filo spinato e fucili spianati,

orribile è lo smarrimento dentro

una crudeltà che dissolve la materia…

Tutto è creato per cancellare il ritorno.

I volti straniti cercano conforto

dentro le proprie parole,

unico elemento che toccano ancora il cuore…

Bugiarde,

donano barlumi di speranza

a pensieri ormai implosi.

Gli occhi eternamente tristi,

vivono in flebili sospiri,

di noi che non conosciamo qui brividi.

“L’arsura del piacere” di Pino Gaudino

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here