L’8 Agosto si è svolta a Maida, nella suggestiva location del Castello Normanno, la presentazione del libro della scrittrice e blogger lametina Piera Messinese, “La ragazza dalla pelle di seta”, edito da Accademia Edizioni ed Eventi.

L’autrice durante l’evento, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale di Maida e dalla Proloco, per la valorizzazione culturale del territorio, ha dialogato con il Sindaco di Maida, Salvatore Paone, il relatore, professore e critico letterario Tommaso Cozzitorto, il Vicepresidente della Proloco di Maida Francesco Costabile e la moderatrice dell’evento professoressa e scrittrice Graziella Ferrise.

La ragazza dalla pelle di seta” è stato presentato come un vademecum di stimoli culturali, una raccolta di racconti e poesie capaci di coinvolgere il lettore in un percorso di arricchimento filosofico e crescita interiore, attraverso “riflessioni e pensieri sparsi perché solo nudi anche l’anima si svela“.

Il libro è scritto in uno stile che, seppur semplice e diretto, capace di coinvolgere qualsiasi tipo di lettore, riesce a toccare i vasti temi dell’amore, della dignità, del connubio tra la carne e lo spirito, della fede, delle contraddizioni della società e tanto altro ancora, offrendoci un biglietto per il viaggio di ritorno all’intimità con noi stessi.

La stessa figura che dà il titolo al libro, la ragazza dalla pelle di seta, è, per dirla con Cozzitorto, simbolo della delicatezza femminile: una figura dal valore pregiato e l’eleganza raffinata, come quella della seta, tessuto che però, se viene strappato, è estremamente difficile da ricucire; tali sono gli esseri umani più sensibili, capaci delle gioie e delle sofferenze più profonde.

Tali gli amori più intensi. La stessa Messinese ha parlato delle sue origini di scrittrice, del legame con la scrittura, dei concetti di pudore, fede, famiglia, con grazia disarmante. La magica serata tenutasi nella sala principale del Castello Normanno di Maida è stata inoltre allietata dal reading di brani e poesie estratti da “La ragazza dalla pelle di seta“, fra cui il celebre “Io e il mare“, scelto dall’attore teatrale Vincenzo Bocciarelli come brano da inserire nel suo lavoro “Sulle ali dell’arte“.

Sicuramente sentiremo ancora parlare del talento della nostra Piera Messinese.

Graziella Ferrise

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui