“La nostra primavera” di Maria Cristina Adragna

207809

LA NOSTRA PRIMAVERA

Se per aver
disseminato amore,
verrò ricompensata
con i germogli
del tuo sentimento,
seguiteró a ricamarti
la vita con le stille
iridescenti della
migliore giovinezza.

Quando finalmente
sarà primavera,
ti sazierò con i frutti deliziosi
della mia bellezza,
e i distacchi provvisori
faranno di me
una stalattite millenaria,
privata ingiustamente
dell’ennesima sua goccia.

Ma tu continua
a fiorire con me,
e troveremo sempre
un modo per resuscitare
anche le foglie,
quelle sedimentate nella gola,
se restiamo ancor lontani,
soffiate via dai nostri campi…
quando stringi le mie mani.

Maria Cristina Adragna

Previous articleLei mi parla ancora
Next articleSenza disciplina troppa libertà fa solo male
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here