La magia di Edward Lear in 109 disegni ritrovati da Raffaele Gaetano…

189373

Frutto del viaggio compiuto dall’artista nel 1847, i 109 inediti scoperti dallo studioso alla Central Library di Liverpool fotografano una Calabria ancora selvaggia ed aspra.

Per la Calabria selvaggia è il titolo del nuovo libro di Raffaele Gaetano appena pubblicato da Iiriti in una magnifica veste editoriale.

Si tratta della seconda uscita di una quadrilogia dedicata dallo studioso lametino a diversi risvolti del viaggio compiuto da Edward Lear in Calabria nel 1847 (il primo volume, edito da Pellegrini, ricostruiva il tema dell’ospitalità).

Per la Calabria selvaggia è destinato a diventare uno spartiacque nella conoscenza del grande paesaggista e diarista inglese in Italia poiché porta alla luce per la prima volta ben 109 disegni di soggetto calabrese da lui realizzati durante il celebre tour e ritrovati da Gaetano in un fondo della Central Library di Liverpool.

L’opera, di grande formato, numerata e firmata in ogni esemplare, riccamente illustrata, si articola in tre sezioni: un vasto saggio introduttivo, i 109 disegni inediti, un’accurata biografia dell’artista con la bibliografia di riferimento.

Dagli sketches emerge una Calabria selvaggia e aspra, ma anche il volto di molti paesi per come apparivano a metà ’800, il ché contribuisce a farli conoscere spesso per la prima volta.

I 109 disegni inediti, opportunamente ingranditi, sono in esposizione all’Antiquarium di Motta San Giovanni, comune che grazie a risorse messe a disposizione dalla Comunità Europea si è aggiudicato un bando regionale che contemplava anche la pubblicazione dell’opera.

Gaetano ha dichiarato:

«Mettendo a disposizione del lettore questa pinacoteca tra le dita ho inteso mostrare come la conoscenza del passato non sia un privilegio».

Recentemente l’intero progetto è stato presentato alla presenza dell’autore dell’opera, Raffaele Gaetano, del vice presidente della Regione Calabria, Giuseppina Princi, del sindaco di Motta San Giovanni, Giovanni Verduci, dell’assessore alla cultura Enza Mallamaci e dell’editore Iiriti.

Piera Messinese

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

https://screpmagazine.com/allultimo-banco/

Previous articleBuon Natale
Next articleForse Natale
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here