La Calla

1109

La calla è un fiore a lungo celebrato dall’ antica mitologia greca.

Secondo le leggende, la prima calla si sarebbe formata da alcune gocce di latte materno cadute sulla Terra dal seno della dea Era. Parte delle gocce di quel latte furono spruzzate in cielo dando origine alla famosa “Via Lattea” .

Un altro racconto mitologico attribuisce l’origine della calla alle lacrime versate da Eva mentre veniva cacciata, con Adamo, dal giardino dell’Eden.

Nella mitologia romana la calla era anche riconosciuta come simbolo fallico, per la forma dello spadice che si erge dal suo fiore. La cultura romana attribuiva, infatti, alla calla dei significati più erotici e lussuriosi. Si narra addirittura che una dea romana maledisse questo fiore per la sua innegabile bellezza e che per abbruttirlo creò lo spadice che tutti noi conosciamo. Questa leggenda portò in seguito a considerare la calla come il simbolo della bellezza, dell’erotismo, della sensualità e della fertilità. Il significato primordiale della calla è proprio quello della “bellezza”, concetto ripreso anche dalla cultura greca, che definiva questo fiore con il termine “kalos”, che vuol dire “bello”.
La calla è un fiore che riveste anche diversi significati religiosi. Il primo è quello che vede la calla come un fiore originatosi dalle lacrime che la Vergine Maria versò ai piedi della Croce. La Madonna viene infatti  raffigurata con delle calle bianche dipinte sul manto. Questa rappresentazione ha permesso di attribuire alla calla il significato di candore, purezza, castità, santità e beatitudine celeste.

Antonella Ariosto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here