Il tempo rivela ciò che siamo

208838

Il tempo non ci cambia… rivela ciò che siamo!

Viviamo in un mondo dove ognuno fa ciò che vuole, senza curarsi degli altri, senza avere un minimo di rispetto verso il prossimo.

Un mondo pieno di violenze sia fisiche che mentali, un mondo dove si assiste alle guerre, ad atti osceni come bambini che vengono lasciati allo sbaraglio nelle mani dei pedofili, o donne che vengono stuprate, mamme che vengono maltrattate, anziani che vengono tenuti prigionieri nelle strutture senza la possibilità di potersi difendere dai malfattori, bambini del terzo mondo che soffrono la fame e malati terminali.

A volte ci lamentiamo per sciocchezze…Per una delusione d’amore, per un weekend mancato, perchè ci sentiamo grasse, perchè non riusciamo ad ottenere una macchina di lusso o quant’altro.

Apprezziamo ciò che abbiamo e guardiamo dietro di noi, a chi sta peggio di noi e ogni giorno deve lottare per sopravvivere…e pensando alla fortuna che abbiamo di respirare e vivere dovremmo essere grati alla “Vita”, cercando di essere più amorevoli e rispettosi gli uni con gli altri, ma soprattutto imparare a perdonare.

La solitudine non mi fa paura,
mi fa paura la gente
che mi osserva e mi giudica
fingendosi amica…
Mi fa paura l’indifferenza della gente
verso le disgrazie altrui.
Mi fanno paura le malattie
quando penso alla gente che soffre
e si accontenterebbe di vivere nella sofferenza,
pur di rimanere in vita.
Mi fa paura pensare che qualcuno,
in questo momento,
giace in un letto d’ospedale
nella speranza che possa guarire,
mi rattrista vedere un bimbo per strada
che sarebbe felice di ricevere
la carezza di un passante
e mi sconforta vedere una mamma disperata
col pargoletto in braccio
che chiede l’elemosina per poterlo sfamare.
Cammino per strada
e mentre osservo la gente
la mia mente viaggia e pensa da sola.
Sono amareggiata ma allo stesso tempo felice
perchè ho la fortuna di respirare e vivere,
di dare conforto alla gente
che ai miei occhi
non passa inosservata…
E posso rallegrare il bimbo in lacrime,
tendere la mano alla mamma disperata
e consolare chi sta male.
Non mi fa paura la solitudine
io mi sento più viva che mai…
Chi camminando per strada
e rimane indifferente
alle sofferenze del mondo,
quando giungerà alla fine dei suoi giorni,
guardandosi indietro nel tempo,
porterà il rimpianto
di non aver lasciato dietro di sè
un buon ricordo
e la sua anima sarà smarrita.

Grazia Bologna

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Tutto può succedere (Parte 5a)

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here