Il mistero di Villa Fortuna (Parte 9a)

121254

Per leggere la parte precedente clicca sulla immagine qui sotto :

Il mistero di Villa Fortuna (Parte 8a)

…Avvertono che qualcosa è cambiato dentro ognuno di loro!

Quel bacio è durato un solo istante, ma quell’ istante è sembrato un’eternità…

L’eternità di una vita!

Nè lei, nè lui  hanno provato un’emozione così grande, fino ad allora.

Marcello guarda l’orologio ed è già scoccata la mezzanotte.

Non può intrattenersi oltre e si congeda a malincuore da Ivana, promettendole che si sarebbero rivisti molto presto.

La giovane invece decide di rimanere ancora un po’!

In realtà Marcello sarebbe rimasto volentieri, ma Loretta è in casa che lo aspetta; così alza i tacchi e va via a malincuore.

Anche Ivana si dirige verso casa, ma anzichè fare la strada più breve, passa dal sentiero e si sofferma a guardare, da lontano, la sontuosa villa.

Le luci della villa sono accese, le finestre sono tutte sprangate e non si vede anima viva.

Così Ivana prosegue per dirigersi verso casa.

Quella notte la giovane donna è irrequieta…Non riesce a prendere sonno!

Pensa al bacio  che si sono scambiati poco prima con Marcello, ma ciò che la turba è non sapere nulla di lui.

Lo sente molto introverso ma soprattutto sfuggente. <<Cosa lo blocca?>>.

La rincuora il pensiero che dovrà andare alla festa di benvenuto dove avrà modo, nuovamente , di rivederlo.

Da quella sera conterà i giorni, le ore, i minuti e i secondi fino al momento della cerimonia.

Al mattino seguente tutto riprende vita.

Loretta, di buon mattino, quando il sole comincia a scaldare, si distende sulla branda, ai bordi della piscina e legge un buon libro.

Marcello invece è già vestito per uscire a fare delle commissioni. La sua mise sportiva mette in evidenza il suo corpo scolpito, da renderlo molto attraente e ancora di più desiderabile.

Prima di andare, si china verso di lei per baciarla e poi…via…Che la giornata abbia inizio!

Intanto Erminia, è anche lei pronta per uscire.

E’ una giornata particolarmente calda. Nell’aria si sente il profumo delle violette e mentre la donna respira quell’aria fine e leggera, accellera il passo e si dirige verso il mare…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna
Previous articleUna goccia
Next article“Cuore” di Maria Cristina Adragna
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here