‘Era Ora’ : Edoardo Leo alle prese col Tempo

Diamo il giusto valore alle persone importanti?

219307

Era Ora, la nuova commedia di Alessandro Aronadio su Netflix, propone una riflessione importante.

Dante (Edoardo Leo) bacia Alice (Barbara Ronchi) ad una festa e da quel momento iniziano un’ intensa storia d’amore. Seppur diversi i due sembrano ‘funzionare’ empaticamente anche se col passare dei giorni cominciano a presentarsi incomprensioni e contrasti sul modo di dar valore alla vita. Dante, preso dal suo lavoro di assicuratore , comincia a trascurare il suo rapporto finchè, rimasta incinta Alice, il tempo sembra sfuggirgli di mano, procedendo via rapido in modo ‘innaturale’. Dante si perde così la maggior parte dei momenti di vita più importanti della sua esistenza  e, senza quasi potersene rendere conto, giunge ad un’ importante consapevolezza sul valore degli affetti più importanti.

Il valore del tempo

Quante volte ci troviamo a pensare: diamo il giusto peso e valore al nostro tempo? ci rendiamo conto della ‘consistenza’ di quanto ci passa intorno e di ciò che vale?

La commedia tutta italiana firmata Netflix, presentata al Festival di RoMA, tenta di rispondere a queste e ad altre domande esistenziali importanti.

Dante siamo noi che lavoriamo, pensiamo alla routine di ogni giorno, ci innamoriamo, incontriamo persone nuove, facciamo famiglia e andiamo avanti con le nostre vite veloci come il vento. Carriera, amici e affetti. Mettiamo tutto sulla stessa bilancia cercando faticosamente di equilibrare il tutto e di non far pendere l’ago troppo a destra o troppo a sinistra. Vogliamo far tutto, essere tutto e ci dimentichiamo, spesso, qual’è la direzione principale, chi sono le persone ‘fondamentali’ da non dimenticare.

Il valore delle persone

Non solo il Tempo al centro della storia di Dante ma anche il valore da dare alle persone: un altro tema centrale della pellicola che in realtà cammina su due binari. La vicenda procede di pari passo su due piani. Quello di Dante che resta in superficie, in una dimensione dove tutto si dimentica e scivola, dove un nome vale un altro e un genitore in un ospizio lasciato a morire in solitudine o una moglie depressa perchè trascurata  sono solo tasselli di un puzzle che si è scomposto. E il mondo di Alice, vero, solare, ma anche compresso e ‘affettivamente dipendente’. L’idea dell’amore viene dato per scontato da Dante, , ovvio, valutato banalmente, senza la PREOCCUPAZIONE DELLA NECESSITà DI alimentarlo, annaffiarlo, preservarlo , dimostrarlo. E così’ tutto scompare, le persone davvero importanti vengono trascurate, lasciate in disparte ‘perchè tanto comprendono, non andranno mai via’. Non importa se dimentichiamo di dare un gesto, un’attenzione… loro capiranno se scegliamo degli ‘estranei’ a loro .

Ecco, Aronadio fa riflettere soprattutto su questo, sull’accorgersi in tempo di chi è davvero importante nelle nostre vite, di chi ci ha sostenuto, appoggiato, accompagnato nelle nostre ambizioni, fatto capire di avere un valore.

Ricordarsi diventa allora il primo passo, ‘prendersi le ferie’ da una vita caotica serve a ripristinare il tutto, e un giro  sulle montagne russe aiuta a recuperare quel tempo rubato all’amicizia più importante.

Prima che sia troppo tardi ricordiamoci chi davvero vogliamo nelle nostre vite e quello che importa preservare. Le persone importanti sono la Memoria e il Tempo che rimane. Senza non c’è un Domani.

Sandra Orlando

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here