Donna, sei nata libera!

220098

Mi sono spogliata di tutte quelle mie vite strappate alle attese, ai dubbi, alle incertezze e ho restituito loro la dignità negata.

Le ho lasciate libere di appartenermi senza più farmi male.
Felicità significava anche guarire da un dolore che non esitava a stare col fiato sul mio collo.
Niente più compromessi, niente soluzioni intermittenti, né pause né riflessioni né ripensamenti. Niente più inseguimenti disperati, niente colpi di testa. Non farò nulla che possa togliermi il sorriso.
Voglio guardarmi senza nascondermi, senza mendicare attenzioni.
Voglio che mi si accetti per ciò che sono dentro e fuori. Nessuno deve calpestare piú i miei limiti nè mettere in cattiva luce i miei pregi.
Da questo momento in poi ci sarò io al centro del mio mondo.
Non mi interessa affatto barattare la mia serenità con i fantasmi del passato, con tutte quelle situazioni in cui il pressappochismo sentimentale governa indisturbato, in cui mi devo confrontare con realtà che si trovano distanti anni luce dal mio modo di essere. Non rinnego nulla di tutto ciò che ho fatto, di ciò che sono stata e sono tuttora. Ho solo passato al setaccio tante cose. Adesso sono consapevole che ci sono cose che è necessario rimangano con me e cose che  è opportuno debbano al più presto trovare una via di fuga.
Ho perso troppo tempo lasciandomi vivere.
Non sopporto più che attorno a me vi siano registi, attori, comparse.
Adesso voglio essere io a condurre la mia vita.

Piera Messinese

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

 

Previous articleStorie e leggende di Calabria di Francesca Rita Bartoletta
Next articleEnigma
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here