Danilo Vignola e il festival nazionale dell’ukulele di Desio

241617

Torna il festival dell’ukulele che vede la Brianza meta di musicisti da tutta Italia, maestri, mercatini, stand espositivi, orchestre ed appassionati per una intensa domenica concertistica. 

Ospite atteso è Danilo Vignola, un nome che ormai è una garanzia artistica internazionale, indissolubilmente associato al celebre cordofono hawaiano nella sua più audace e vincente sperimentazione mediterranea.

Sotto la direzione artistica del maestro Vincenzo Vona, oggi, l’artista lucano sarà impegnato in un’intensa giornata a Desio, nel Parco Tittoni di via Lampugnani, la grande struttura con villa, sede per eccellenza per i grandi eventi della Brianza.

Il preannunciato numeroso pubblico di questa fortunata manifestazione potrà assistere ad innumerevoli interventi e concerti nella vasta programmazione: dal “play along” delle undici del mattino con il musicista Uliano Bruner ai workshop con l’Uku Coach, il maestro Andrea Colombari, ai workshop esperienziali sulla cultura tradizionale Hawaiana, alle lezioni sulle danze polinesiane a cura di Mana Tahiti, al Masterclass su “suonare strumenti vintage: istruzioni e consigli” con il massimo esperto italiano il maestro Davide Donelli, alla presentazione del libro “Teki” dell’artista virtuoso Lorenzo Vignando (Ukulollo), alle lezioni di musica con Francesca Anastasi

Nell’area boschetto ci saranno tantissimi stands espositivi di liutai, collezionisti e restauratori come Ruggero Castellani (il celebre Chiodo Fisso).

E poi una full immersion nel mondo virtuoso della visione mediterranea di Danilo Vignola, attesissima masterclass, punto focale della manifestazione per musicisti esperti e cultori del sound alternativo e geniale del talento di Genzano di Lucania.

Infine la sera, a partire dalle 20:15 inizieranno i concerti conclusivi con l’esibizione di un’intera orchestra di musicisti di ukulele, la Lele Orchestra, seguita dallo spettacolo di Danze Polinesiane a cura di Mana Tahiti che consegnerà il palco nell’ora clou della serata, ore 21:15 a Danilo Vignola in duo con il virtuoso delle percussioni Giò Didonna.

Vincenzo Fiore

Clicca il link QUI per la mia “PAGINA AUTORE” dove trovi tutti i miei articoli.

Previous articleVito Cutuli, cultore di poesia
Next articleBasta stragi al volante
Sono Vincenzo Fiore, nato a Mariotto, borgo in provincia di Bari, il 10 dicembre 1948. Vivo tra Roma, dove risiedo, e Mariotto. Sposato con un figlio. Ho conseguito la maturità classica presso il liceo classico di Molfetta, mi sono laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Bari con una tesi sullo scrittore peruviano, Carlos Castaneda. Dal 1982 sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti, elenco Pubblicisti. Amo la Politica che mi ha visto fortemente e attivamente impegnato anche con incarichi nazionali, amo organizzare eventi, presentazioni di libri, estemporanee di pittura. Mi appassiona l’agricoltura e il mondo contadino. Amo stare tra la gente e con la gente, mi piace interpretare la realtà nelle sue profondità più nascoste. Amo definirmi uno degli ultimi romantici, che guarda “oltre” per cercare l’infinito e ricamare la speranza sulla tela del vivere, in quell’intreccio di passioni, profumi, gioie, dolori e ricordi che formano il tempo della vita. Nel novembre 2017 ho dato alle stampe la mia prima raccolta di pensieri, “inchiostro d’anima”; ho scritto alcune prefazioni e note critiche per libri di poesie. Sono socio di Accademia e scrivo per SCREPMagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here