Per leggere la parte precedente clicca qui:

Credevo in te (Parte 5a) di Grazia Bologna

Alma è una donna priva di scrupoli…Ha sposato Girolamo per i suoi soldi e, pur di stare al centro dell’attenzione, è capace di trascendere nella volgarità.

Piace agli uomini, è vero…Ma sicuramente per le sue vertiginose curve e civetteria, non certo per il suo carattere alquanto ribelle e impertinente.

Adesso si trova al centro del salone…Ride e beve a non finire, ma ad un tratto eccola allontanarsi, quasi voglia attirare l’attenzione di qualcuno…Ma di chi?

Mentre quatta quatta si sposta verso la camera di Marina, ignara di dove si trovi, incrocia casualmente Iris, che la saluta con garbo, al contrario di lei, che ricambia con aria sprezzante.

Iris non è mai stata ben vista dalla viscida donna, poichè, a causa del  colore scuro della sua pelle, è sempre stata considerata da lei, una serva.

Malgrado tutto, Iris le chiede se le serve qualcosa, se può esserle d’aiuto; ma Alma. facendo orecchio da mercante e allontanandosi, raggiunge nuovamente gli ospiti.

La festa sta per concludersi…

E’ sopraggiunta l’ora di fare un brindisi, per onorare Luisella, augurandole un futuro radioso e di successo; è proprio in questo momento in cui Ilaria annuncia ai presenti che riprenderà a fare l’attrice.

Dopo baci, lacrime di commozione  ed abbracci, la donna, felice per come si è svolta la serata, mano a mano che gli invitati vanno via, emana sospiri di sollievo e cerca con lo sguardo Renato che per tutta la serata si è fatto notare poco.

Eccolo raggiungere la moglie per abbracciarla e congratularsi con lei per la splendida notizia.

In effetti il momento è propizio…Sarà sola, e non dovrà più occuparsi di nessuno…

Recitare l’aiuterà sicuramente ad occupare la mente e sentirsi meno irrequieta quando Renato sarà in giro, per lavoro.

Tutto sembra procedere bene, si prepara per andare a letto e si ricorda di dover chiedere ad Iris cosa avesse turbato la figlia Marina.

Iris non vuole spezzare la magia di quella sera e finge di non essere riuscita  a parlarle.

Prima di congedarsi da lei, Ilaria prende una cioccolata calda, scambiano qualche pettegolezzo, commentando la serata, e molto contenta e soddisfatta va a letto, cadendo in un dolce, profondo sonno, fra le braccia di Morfeo…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

Articolo precedenteScomparsa
Articolo successivoLe Gole dell’Alcantara
Grazia Bologna
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho partecipato a vari concorsi di Poesie. Nell’ultimo - “Canti a lu Ventu” - dell’Aprile 2018, ho avuto un riconoscimento particolare con la mia Poesia “L’Attesa”. Imprendidtrice in attività di Call Center nel ruolo di “Guidance Counselor”, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private per trattare le varie problematiche legate alla famiglie. Da Marzo 2018 collaboro con “SCREPmagazine” curando la rubrica “Racconti di vita vissuta”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui