“Vibo in love…” un evento firmato Sonia Demurtas

223731

Arte e Amore

“Vibo in love…”

un importante evento firmato Sonia Demurtas

L’amore è un sentimento meraviglioso che va celebrato in ogni sfumatura.
Il 14 febbraio a Vibo Valentia si svolgerà un importante evento che vedrà in primo piano l’Arte e l’amore. La giornata intitolata “Vibo in Love”… sarà ricca di poesia, arte e musica come è sempre stato nello stile dell’associazione Fior di Loto.
L’Arte è espressione del sentimento umano e, come tale, deve necessariamente adattarsi ai cambiamenti di pensiero e di cultura, innovarsi per essere sempre viva, pulsante e interessante.
Organizzare una mostra all’aperto pone il vantaggio di offrire un impatto differente alle opere d’arte esposte, riuscendo a  regalare una sensazione di completamento allo spirito sia dell’artista che espone che a chi fruisce delle opere…la luce del giorno che muta darà ai dipinti quel tocco di magia ed intensità in più.
Non si tratta di un en plein air l’artista non esegue l’opera all’aria aperta ma espone un dipinto che ha realizzato in precedenza e lo vede con una nuova ottica, cogliendo le impressioni dei passanti che usufruiranno della possibilità di ammirare un opera, realizzata con gusto.
Il Premio Arte San Valentino si pone l’obiettivo di unire e aggregare coloro che hanno in comune un interesse:l’amore.
Sonia Demurtas con il suo entourage di amici artisti renderà il Corso di Vibo Valentia un museo a cielo aperto.
L’idea è quella di dare vita ad un Premio capace di coinvolgere vari autori del territorio calabrese che con le loro opere andranno ad abbellire le principali vie della città; l’intenzione è dar vita alla città con immagini che richiamano i sentimenti.
Gli artisti che esporranno le loro opere a Vibo Valentia per il premio Arte San Valentino 2024 sono:
Alfredo Campagna, Alida Nella Punturiero, Amalia Politi, Angelo Nazionale, Anna
Alfano, poetessa Annamaria Massa, Antonio Nazionale, Antonio Parisi Brunella De
Paola Carmen Carioti Carla De Paolo,Carlo De Nino,Caterina Rizzo,Claudio Foti,
Cristina Corso, Eleonora Laganà, Fabio Mascaro, Francesco Logoteta, Gregorio
Procopio Leonardo Cristoforo, Licia D’Urzo, poetessa Lina Sorrenti Lucia
Federica Monteleone, Maria Nicolò Maria Rosaria Valenti, Melina Morelli, Nicola
Sacco,Rosetta Bova, Sophia Parisi Tonino Gaudioso, Vera Console.
Artisti in erba:
Miriam Monteleone, Pietro Lopresti.
Gli artisti che hanno aderito al progetto presenteranno una loro opera dedicata all’amore.
L’opera esposta il 14 febbraio presso il Corso Vittorio Emanuele, parteciperà al “Premio Arte San Valentino 2024” che prevede un’attenta valutazione delle opere esposte da parte di una commissione esaminatrice composta da esperti del settore.
Verrà quindi scelta l’opera vincitrice, meritevole per stile e originalità, alla quale sarà assegnata una targa di merito.
L’artista vincitore, avrà, oltre alla targa una mostra personale presso Palazzo Gagliard.
Il Premio Arte San Valentino intende promuovere l’arte come simbolo di elevazione culturale, che vede protagonista l’ amore in tutte le sue più ampie forme: amore per la famiglia, amore per la natura, amore per i luoghi, amore per le tradizioni, amore per gli animali, amore per il paesaggio.
Previous articleSanremo è Sanremo
Next articlela Reginella santa
Maria Luana Ferraro
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here