Andrea Gambotto: il quinto in alto da sinistra…

111426

Andrea Gambotto

è di Bari lo scopritore del primo possibile vaccino contro il coronavirus…

Ieri gli scienziati della School of Medicine dell’Università di Pittsburgh hanno diffuso i risultati davvero incoraggianti dei loro studi circa la messa a punto di un potenziale vaccino contro la SARS-CoV-2, il nuovo coronavirus  responsabile della pandemia di COVID-19.

Testato su topi, il vaccino, somministrato attraverso un cerotto delle dimensioni di un dito, produce anticorpi specifici per SARS-CoV-2 in quantità ritenute sufficienti per neutralizzare il virus.

Abbiamo avuto precedenti esperienze su SARS-CoV nel 2003 e MERS-CoV nel 2014. Questi due virus, che sono strettamente correlati a SARS-CoV-2, ci insegnano che una particolare proteina, chiamata proteina spike, è importante per indurre l’immunità contro il virus. Sapevamo esattamente dove combattere questo nuovo virus”, ha affermato il co-senior autore Andrea Gambotto, Professore associato di chirurgia presso la Pittsburgh School of Medicine.

Ecco perché è importante finanziare la ricerca sui vaccini. Non sai mai da dove arriverà la prossima pandemia” ha dichiarato il ricercatore.

Il vaccino – che gli autori chiamano PittCoVacc, abbreviazione di Pittsburgh Coronavirus Vaccine – è contenuto su di un cerotto che ospita le punte di “400 minuscoli aghi di zucchero” attraverso cui i frammenti di proteine ​​vaccinali penetrano nella pelle, dove la reazione immunitaria è più forte.

Il cerotto va usato proprio come un qualsiasi cerotto. Una volta attaccato, gli aghi – che, come già detto, non pungono perché fatti interamente di zucchero e di frammenti di proteine ​​- si dissolvono semplicemente sulla pelle che quindi assorbe il tutto vaccinando l’individuo.

Questo è il risultato di scienziati con esperienza in diverse aree di ricerca che collaborano con un obiettivo comune: sviluppare rapidamente un vaccino contro la pandemia di COVID-19.

Il Dr. Andrea Gambotto ha studiato ed ha vissuto a Bari.

 

 

Al Liceo Scientifico Scacchi di Bari è stato uno studente del Prof. Giovanni Rana che, orgoglioso del lavoro del suo allievo, gentilmente ha messo a nostra disposizione la foto della “Mitica Va L” dove è possibile vedere Andrea Gambotto nelle vesti di studente.

Era il 1986: Andrea Gambotto è il quinto in alto a partire da sinistra, mentre il primo è il Prof. Giovanni Rana, che ringraziamo ancora una volta per averci concesso questa foto storica.

E noi tutti facciamo il tifo per lui e per i suoi colleghi … forza Andrea!!!

Vincenzo Fiore

Previous articleChe ne sarà del Cinema?
Next article“Anticorpi culturali” un pensiero al giorno a cura di E. Cheloni
Sono Vincenzo Fiore, nato a Mariotto, borgo in provincia di Bari, il 10 dicembre 1948. Vivo tra Roma, dove risiedo, e Mariotto. Sposato con un figlio. Ho conseguito la maturità classica presso il liceo classico di Molfetta, mi sono laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Bari con una tesi sullo scrittore peruviano, Carlos Castaneda. Dal 1982 sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti, elenco Pubblicisti. Amo la Politica che mi ha visto fortemente e attivamente impegnato anche con incarichi nazionali, amo organizzare eventi, presentazioni di libri, estemporanee di pittura. Mi appassiona l’agricoltura e il mondo contadino. Amo stare tra la gente e con la gente, mi piace interpretare la realtà nelle sue profondità più nascoste. Amo definirmi uno degli ultimi romantici, che guarda “oltre” per cercare l’infinito e ricamare la speranza sulla tela del vivere, in quell’intreccio di passioni, profumi, gioie, dolori e ricordi che formano il tempo della vita. Nel novembre 2017 ho dato alle stampe la mia prima raccolta di pensieri, “inchiostro d’anima”; ho scritto alcune prefazioni e note critiche per libri di poesie. Sono socio di Accademia e scrivo per SCREPMagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here