Alle mie amiche, a chi non ha mai smesso di tenermi per mano…

AMICA

Ne abbiamo percorse
di strade assolate
e tra le risate
pensammo al futuro,
alzammo quel muro
di finti mattoni,
che Dio ci perdoni
per le leggerezze.

Di baci e carezze
venivi a narrarmi,
peccammo nel tempo
di gran presunzione
credendo che forse
qualunque emozione
potesse esser degna
del termine “amore”.

Cademmo in errore
tenendoci strette
e condividemmo
parecchie vittorie
e poi, quante storie
da offrire alla sera
con qualche chimera
che dava l’assillo.

Il cuore è un po’brillo,
a volte s’inceppa
così , piena zeppa,
la vita trascorre,
in cima alla torre
da cui ci sporgemmo
ci attesero i dubbi
sul “cosa vorremmo”.

Amica, mi vedi?
Io sono cresciuta,
ed una mia idea
giammai l’ho taciuta,
e credo che quello
che sono io adesso
lo devo anche te,
eh sì, lo confesso.

Ho messo di lato
un po’ di follia,
ma non ho scordato
la nostra allegria,
l’amico non è
solo mera presenza,
è voce severa,
buon senso,
coscienza…

Lirica tratta dalla raccolta “Aliti inversi” di Maria Cristina Adragna

Articolo precedentePasta al forno autunnale
Articolo successivo“Di notte” di Sandra Mirabella
Maria Cristina Adragna
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui