Alla scoperta delle profondità più nascoste (Parte 35a)

1
186845

Per leggere la puntata precedente clikka sull’immagine qui sotto:

…Ilaria e Rubinia sono molto ansiose, il solo pensiero di rivedere Frank, le mette in agitazione.

Per l’occasione la giovane donna ha tagliato i capelli; un modo per cambiare look, ma soprattutto per fare un dispetto al patrigno che aveva avuto sempre una predilezione per la sua folta chioma bionda.

E’ giunta l’ora di salire in macchina ed avviarsi. Durante il tragitto della strada nessuno osa parlare…Forse la paura, chissà!

L’aria è pesante, l’agitazione non è poca!

Quel silenzio tombale viene interrotto dal rumore del clacson…Ma eccoli finalmente giungere davanti alla corte di giustizia.

Una marea di gente e giornalisti attendono di vedere le due donne che, a breve, si troveranno sedute in un’aula di tribunale per deporre contro l’imputato.

Ilaria e Rubinia hanno uno scambio di sguardi per farsi coraggio, si prendono per mano e si avviano verso l’ingresso del palazzo, accompagnate dalla scorta.

Durante il tragitto i giornalisti cominciano a tempestarle di domande alle quali, naturalmente, non rispondono, e intanto s’incamminano di fretta fino a ritrovarsi nell’aula del tribunale.
Affiancate dall’avvocato, siedono in prima fila, attendendo l’arrivo di Frank e del giudice che presiederà l’udienza.

Trascorrono alcuni minuti ed ecco arrivare l’imputato accompagnato dalla scorta fino alla sua postazione.

Frank ha il volto sofferente, Rubinia fa fatica a riconoscerlo. Sembra sotto l’effetto di sedativi, ha gli occhi spenti e guarda verso il vuoto.

Per un attimo la donna prova un velo di malinconia e di tristezza, vorrebbe abbracciarlo, quasi rassicurarlo, ma per fortuna è stato un attimo di smarrimento…In fondo è stato l’uomo con cui ha condiviso parecchi anni della sua vita.

In sottofondo si sente il bisbiglio della gente, fin quando viene annunciato l’arrivo del Giudice Petroni e si zittiscono tutti…

C O N T I N U A…

Grazia Bologna

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

://screpmagazine.com/un-giorno-da-dimenticare/

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here