Addio vecchio anno

162408

La Vigilia di Capodanno viene chiamata notte di S. Silvestro in nome di papa Silvestro, il 33° vescovo di Roma che morì proprio il 31 dicembre del 335.

È colui che guida e trasporta le anime della gente verso il nuovo anno.

Questo papa è stato molto importante nel mondo cristiano proprio perché durante il suo pontificato la Roma pagana lasciò il suo posto alla Roma cristiana, nonostante alcuni riti vengano ancora usati.

Tutti, alla fine del nuovo anno, decidiamo di lasciarci alle spalle ciò che è stato e iniziamo a fare progetti per il futuro, una lista dei buoni propositi.

Il Capodanno è una festa che deve le sue origini al dio romano Giano e le usanze e vari rituali da seguire sono diversi.

Scopriamoli insieme:

  • Mangiare lenticchie con il cotechino: si può fare anche con le mani e si usa mangiarle allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre. Questo viene visto come buon auspicio per ricchezza ed abbondanza.
  • Far esplodere qualche botto o fuochi d’artificio: viene fatto per allontanare il maligno.
  • Lanciare i cocci: in Italia del sud simboleggia l’eliminazione del male accumulato duranti l’anno passato.
  • Mangiare uva passa: garantisce la ricchezza nelle famiglie.
  • Il bacio sotto al vischio: baciare la persona amata a Capodanno sotto il vischio è di buon augurio per l’anno a venire per la relazione.
  • Indossare biancheria intima rossa: colore che gli antichi romani utilizzavano per scacciare via la paura.
  • Mangiare melograno: si mangia per garantire la fedeltà coniugale.
  • Incontrare un vecchietto o un gobbo per strada o un carro di fieno o un cavallo bianco: fare il primo incontro con qualcuno di essi è di buon auspicio, incontrare un prete o un bambino invece non è buon segno.
  • Riposarsi il primo dell’anno senza lavorare: si crede che godersi il riposo il primo giorno del nuovo anno garantirà quello successivo in pieno relax.
  • Tappo di spumante: se si stappa con forza il tappo si allontana il malocchio.
  • Mangiare chicchi di uva: ad ogni rintocco della mezzanotte bisogna mangiare 12 chicchi di uva perché, come dice un detto “Chi mangia l’uva a Capodanno conta i quattrini tutto l’anno).

Leggenda.

Questa leggenda coinvolge due fratelli, Balder e il malvagio Loki. Proprio quest’ultimo aveva organizzato l’uccisione del fratello. La madre però venne a scoprire del piano malefico del figlio e così la donna chiese alle piante di poter dare protezione al figlio, scordandosi però di chiederlo anche al vischio.

Loki utilizzò proprio questa pianta per l’omicidio di Balder.

La madre pianse tante lacrime davanti al corpo ormai spento del figlio, ma ad un tratto accadde qualcosa di strano: le sue lacrime si trasformarono in bacche bianche che gli restituirono la vita.

La dea decise così di baciare tutti coloro che fossero passati sotto il vischio, simbolo di felicità e sorte.

Prodigi sulla notte di S. Silvestro.

Una donna si trovava a raccogliere acqua al Pettorano sul Gizio (Abruzzo), senza sapere che allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre le acque si sarebbero trasformate in oro e poco dopo sarebbero nuovamente tornate acqua. Proprio per questo la donna al posto di portare l’acqua a casa portò una borsa piena d’oro.

Esiste anche una previsione meteorologica da fare i primi dodici giorni di gennaio, ogni giorno un mese dell’anno a venire, a seconda del tempo bello o brutto si potrà prevedere come sarà il mese corrispondente a quel giorno.

Queste usanze cambiano in base alle varie culture.

In Estonia mangiano 7 volte il giorno di Capodanno in quanto si pensa che in questo modo ci possa essere prosperità e forza;

In Germania e Giappone c’è l’usanza di rompere piatti e gettare via delle cose usate, inutili come modo per liberarsi dalla rabbia.

Ad oggi festeggiamo in questa data il Capodanno, ma non è stato sempre questo.

Fu grazie a Giulio Cesare che si stabilì come inizio del nuovo anno il primo gennaio e non il primo marzo, ma non il tutto il mondo accadde così.

Innocenzo VI ufficializzò il I° gennaio come inizio del nuovo anno per tutte le popolazioni cristiane.

Che buoni propositi avete per il 2022?

Seguirete una di queste tradizioni?

Buon anno a tutti, belli e brutti 😀

Giulia Trio

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here