La volta scorsa ho parlato del viaggio in Giappone delle mie sorelle e del feng shui.
Incuriosito dalle tematiche connesse mi sono messo alla ricerca di approfondimenti e sono venuto a conoscenza di tante curiosità che voglio condividere con voi. Sapevate che nel sottosuolo sussiste una rete globale di raggi tellurici che compongono la Rete di Hatmann che ha influenza su piante, animali e uomini? Ebbene, benchè si tratti di una scoperta ancora oggi priva di una teoria scientifica definitiva, numerosi esperimenti ne hanno provato la validià. Si tratterebbe di una scacchiera orientata secondo i poli magnetici, un “insieme di muri invisibili” che si estendono fino alla biosfera attraversando le abitazioni. L’incrocio di questi “muri” formerebbe dei nodi, che possono avere degli influssi negativi sugli esseri viventi. La larghezza di ogni banda è di circa 21 cm a livello della crosta terrestre. Lo spazio tra una banda e l’altra, chiamato zona neutra, è di circa 2 metri nella direzione nord- sud e di due metri e mezzo nell’altra. Le bande sono di due diverse tipi di energia che si alternano una è Yang, l’altra è di Yin. Il reticolo costituito da queste linee, si può modificare temporaneamente e anche notevolmente quando avvengono terremoti o eventi metereologici eccezionali. I nodi distinti in yin e yang apportano o privano di energia il corpo che vi si trova sopra. Gli animali conoscono istintivamente le zone perturbate. I nomadi osservavano prima di accamparsi dove andavano a riposare i loro cani e lì piantavano le loro tende. Il cane se gli si prepara una cuccia che insiste sui nodi non vi si metterà mai; se è obbligato probabilmente si ammalerà. Gli antichi Romani, allorquando volevano fondare una città recintavano il luogo preposto e vi mettevano un gregge a pascolare. Passato un anno, analizzavano il fegato delle pecore e dalla salute dell’organo si deduceva la positività del luogo. Il gatto, al contrario del cane, ha una predilezione per i punti in cui si accumulano le onde telluriche. Di solito il gatto di casa sceglie colui che reputa il proprio padrone- amico ed è lui che desidera aiutare, tende a mettersi sul letto di chi ama di più e sempre nello stesso punto, e spesso molto vicino al corpo del soggetto scelto. Lo fa perchè percepisce che il punto su cui dorme il suo amico può essergli nocivo. Si acciambella proprio lì e se viene allontanato non appena gli è possibile ritorna per assorbire quel carico energetico negativo per trasmutarlo nell’ambiente con un fenomeno simile a quello delle foglie che assorbono anidride emettendo ossigeno. Da tutte queste considerazioni ne è nato un vademecum orientativo per la costruzione delle nostre abitazioni.
1 Costruite le case lontane da ferrovie.
2 Porle ad almeno 200 metri dalle linee elettriche ad alta tensione.
3 Formicai e termitai ci indicano che vi è un nodo.
4 Mai far passare le tubature delle fognature sotto la casa.
5 Dove ama sostare un gatto è probabile che esista un punto geopatogeno.

All’interno delle nostre abitazioni dobbiamo avere cura dell’orientamento di quei mobili che usiamo per lunghi periodi di tempo. Il letto va orientato con la testata al nord ponendolo in una zona di neutralità tellurica. Si calmeranno così gli stati di stress, il mal di testa, favorendo l’appetito e il sonno. Adesso una chicca per voi editors: si è notato che l’attività creativa degli scrittori e dgli artisti è facilitata se il posto di lavoro è rivolto ad ovest con la nuca ad est: correte a modificare la vostra scrivania e controllate per riprova il numero dei vostri lettori.

Rodolfo Bagnato

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui