“A Palazzo con lo Scrittore”: quando la grande cultura entra nelle dimore storiche

215400

Dopo i precedenti successi ha chiuso i battenti la terza edizione della rassegna culturale «A Palazzo con lo scrittore», ideata e diretta da Raffaele Gaetano.

La rassegna ha voluto anche sottolineare il valore di alcune antiche dimore storiche calabresi, location mozzafiato, che conservano interni finemente decorati e arredati, con lussureggianti giardini, che nascondono tesori d’arte e curiosità.

Il primo appuntamento, nella magia del settecentesco Palazzo Murmura di Vibo Valentia, ha visto come ospite d’eccezione lo scrittore Carmine Abate, vincitore del premio Campiello col romanzo «Il cercatore di luce».

Nella splendida cornice di Villa Nicotera di Martà di Lamezia Terme, protagonista è stato Cesare Pavese e l’amore.

Giovanna Romanelli, tra le maggiori studiose internazionali dello scrittore e poeta, ha intrattenuto il folto pubblico soffermandosi anche sul suo ultimo libro di successo “Cesare pavese e le donne“.

Nel sontuoso Palazzo di Francia, ubicato nel cuore di Vibo Valentia, focus del terzo evento la letteratura di viaggio francese in Calabria tra ‘800 e ‘900.

Ospite illustre la professoressa francese Anne-Christine Faitrop-Porta che di questo tema è una delle studiose più accreditate.

Tutti e tre gli eventi culturali hanno riscosso grande partecipazione di pubblico e straordinario successo della critica.
Nelle fascinose cornici di questi luoghi, in cui sembra che il tempo si sia fermato, si realizza un interessante intreccio culturale tra mondo antico e contemporaneo. Scopo della Rassegna è anche quello di accrescere le conoscenze del patrimonio artistico culturale regionale, valorizzandolo, perché, per guardare lontano, è necessario dare uno sguardo al passato per riconoscere e amare le proprie radici.

Piera Messinese

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here