Vivere in casa con animali selvatici

204518

Nelle case degli Italiani ma soprattutto all’estero, è sempre più sovente tenere oltre agli animali comuni come cani e gatti, animali selvatici di diversa natura, dagli esotici come iguane e camaleonti, ai felini come tigri pantere e leoni.

Ultimamente il numero di questi animali è cresciuto notevolmente, per moda o souvenir, per chi si reca in paesi esotici dove è facile acquistarli per pochi dollari.

Oggi un cucciolo di tigre per importarlo dalla Siberia o dal Bengala ha il costo di 30 mila euro, per importare un cucciolo di boa, invece, occorrono circa 500 euro.

Mi chiedo che senso ha tenere animali che dovrebbero vivere nel proprio habitat naturale e spaziare liberi nella natura, imprigionarli in una teca o in gabbia, oppure tenerli liberamente in casa in uno spazio ristretto rispetto a quello in cui dovrebbero vivere.

Per anni sono state fatte campagne dagli animalisti contro i circensi che adoperano gli animali selvatici per divertire le persone, costringendoli ad una vita mortificante in gabbie troppo piccole e condizioni disagevoli.

Quindi che senso ha tenere in casa un esemplare che soffre? A parere mio è pura cattiveria ed egoismo.

Da cucciolo può essere divertente adottarlo, giocarci, gioire insieme ed entrare con esso in empatia. Ma qualora diventa adulto richiederà di stare più in movimento e libero nel proprio ambiente naturale. Inoltre non bisogna sottovalutare la sua natura aggressiva che potrebbe rivelarsi in qualsiasi momento.

Allora che senso ha tutto questo?

Chi adotta questo genere di animali in Italia, sa per certo che va incontro a delle sanzioni perchè è illegale, per cui dovrà assumersi ogni genere di responsabilità e qualora l’animale abbia qualche problema di salute, dovrà essere in grado di curarlo da sè, poichè nessun veterinario metterebbe a repentaglio la propria incolumità.

Quindi quando si sceglie di introdurre un animale del genere in casa, diventa un impegno a vita e bisogna mettere in conto che, in caso di temporanea impossibilità del proprietario, diventerà impossibile trovare qualcuno che se ne prenda cura.

Grazia Bologna

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Il mio cammino senza di te…

Previous articleGli ombrelli colorati in aria
Next articleBocconcini di maiale all’arancia
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho rafforzato il mio “Estro Artistico” ispirandomi, soprattutto, all’Amore verso la Vita e alla Foto. Adoro tutto ciò che è arte. A volte posso rimanere ore ed ore ad ammirare un quadro ed emozionarmi. Amo viaggiare perché mi porta ad esplorare nuove culture, ma sono orgogliosa di vivere nella mia amata Sicilia che mi regala paesaggi di mare che, per me, sono un’immensa fonte d’ispirazione. Ho partecipato a vari Concorsi di Poesie e Racconti in cui ho raggiunto, per ben due volte il Podio, ed ho ricevuto varie menzioni e premi speciali. Imprenditrice in attività di Call Center, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private, trattando varie problematiche legate alla famiglia. Da Marzo 2018 collaboro con “ScrepMagazine” come Socio di Accademia Edizioni ed Eventi curando la rubrica “Racconti di Vita Vissuta” e trattando argomenti vari.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here