Riempio scatole vuote riposte nel

corridoio dei miei ricordi,

con i giorni che non sono venuti,

preparandoli per un altro viaggio.

Un brivido freddo percorre la mia schiena

dentro questa nuova estate…

Il sole nascosto fra i tuoi occhi

brucia tutte le mie lacrime.

Insieme il vento abbiamo vissuto,

liberi come mai nessuno…

Nelle notti vertiginose con le fiabe

delle nostre parole,

ci siamo impadroniti della luna.

Il vento,

si sa muta e va,

cambia direzione e lascia cadere,

quello che nel suo cuore più

prezioso tiene…

Una domanda sorge spontanea,

ma questo è vero amore?

“Si questo è l’unico amore”

Articolo precedenteNon chiedermi
Articolo successivoNon guardo più “questa TV lagnosa”
Pino Gaudino
Sono Giuseppe Gaudino, lavoro come operatore socio- sanitario presso un centro per diversamente abili. Il mio percorso letterario prende ispirazione dalla malinconia che circonda qualsiasi forma d’amore, quando l’energia vitale che il dolore infonde nell’anima diventa la strada per rinascere e giungere alla propria serenità interiore. Amo scrivere. Ho pubblicato un libro di poesie dal titolo “Se perdi il filo segui il cuore “, arrivato al secondo posto della IXa edizione 2020 del Premio Letterario Nazionale "Un libro amico per l’inverno". Con grande soddisfazione una mia poesia - "Destino senza meta" - è risultata vincitrice del Premio di Poesia e Narrativa “Città di Arcore 2019”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui