Una fonte d’ispirazione

138618
Il mare una musa, una fonte d’ispirazione che allaga anima e mente di infinite emozioni.
Il mare, vasto, profondo e immenso ha da sempre esercitato sull’uomo una forte attrazione, un luogo dove pensare, sognare, riflettere, giocare.
Il mare che rappresenta spesso, l’incontro con se stessi, il luogo dove l’invisibile diventa visibile unendosi alla bellezza del mare.
Il mare dove riflettere, dove amare, dove trovare conforto.
“La voce del mare parla all’anima. Il tocco del mare è sensuale, avvolge il corpo nel suo morbido e stretto abbraccio”.
Kate Chopin
“Il mare è dolce e meraviglioso, ma può essere crudele”.
Ernest Hemingway
“Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima nel volgersi infinito delle sue onde”.
Charles Baudelaire

Dal mio libro ” Vite in equilibrio in…stabile”
RUBERÒ
Forte respirerò
ruberò l’aria del mare
per farne respiri
colmi di serenità.
Scorderò
per un attimo
la mia invisibilità
e in connubio assoluto
con il mare
onda soave sarò.
Ruberò
al tramonto la luce
perché illumini
tutti gli anfratti
in penombra
della mia anima.
Fanciulla ritorno
e lascio il tempo presente
adagiato sulla sabbia.
Un attimo nel tempo.

Antonella Ariosto

Ed è Malinconia!

3 COMMENTS

  1. Faccio un commento alla poesia “Ruberò”.
    Cito tre parole che mi hanno colpito:
    Scorderò, ciò che mi ha fatto male per farlo dileguare nelle onde del mare,
    Ruberò ogni tuo bene per poterlo dipingere a tutte quelle persone che sono prive di colori,
    Ritorno da dove mi ero incagliata… tra scogli e reti… dove non trovavo uscita, ma un onda mi porto` alla deriva, e lì ripresi conoscenza.
    IL MARE È NOSTRO AMICO… MA ANCHE NOSTRO NEMICO, SE NON LO SI RISPETTA.
    Bravissima Antonella Ariosto mi è piaciuta molto la tua poesia perché ci sono dei versi molto concentrati, ma di alto contenuto letterario. Complimenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here