Quando il primo sole del giorno
benedirà le vette affrante ed il mare,
soggiogheremo i sentimenti nefasti
e renderemo il nostro grazie alla vita.

Perdoneremo il fratello inclemente 

invocheremo le alture celesti,
percorreremo una strada qualunque
purché ci conduca all’incontro anelato.

Medicheremo le braccia ferite,
rimaste in attesa di un tenero abbraccio,
allestiremo un altare sul niente,
ornato dai resti di preci accorate.

L’idea di quel tempo trascorso da asceta
sarà relegata ai confini del nulla,
così obbediremo ai dettami del fato
che a stento concesse la somma indulgenza.

Aspettami lì, a ridosso di tutto
e fatti trovare al mio lesto passaggio,
dispongo senz’altro di un soffio d’eterno
per flettere il capo sull’ampia tua spalla.

Quel giorno godremo di immane allegrezza,
forgiati dall’impeto dell’esultanza,
sebbene il ricordo scalfisca la terra
con gli occhi di chi non ha vinto la guerra.

Articolo precedenteTe ed Io come sorelle gemelle – (Parte 15a)
Articolo successivo“Rimango così” di T. Nechita
Maria Cristina Adragna
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui