Pensiero d’amore

162956

Ti pensavo e ogni volta il solo pensiero di te mi portava l’amore.

Quell’amore mi prendeva come un’emozione che sapevo quando iniziava, ma mai quando sarebbe finita.

Perché mi lasciava sempre una tenerezza che strappava parole, sorrisi, sospiri alle mie attese.

Mi sono sempre chiesta come avrei potuto definire questo mio modo di amarti?

Forse, come un occhio costantemente vigile sulla tua vita e tante mani che cercano sempre la via del tuo cuore.

Non si è mai spento il desiderio di pensarti perché amarti è stato un grande sogno.

Piera Messinese

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleAlla Biennale di Venezia: “Sedotta e abbandonata”
Next articleLa leggenda della Margherita…Legenda Margaretei
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here